I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

NEWS

Defunti

N. 76 record trovati

SECCHI sr. Lea, Figlia di Maria Ausiliatrice

☩ Roma, il 11/10/2010, a 90 anni

La famiglia di Lea abita in una frazione di Brescia, molto vicina a Concesio, paese natale di Paolo VI. Conseguito il diploma di ragioniera, fu impiegata in un grosso stabilimento della Val Trompia e viene seguita spiritualmente da un sacerdote salesiano, che la indirizza verso l'istituto delle FMA. Si rivela una persona intraprendente, precisa nel suo dovere e nello stesso tempo molto attenta alle sorelle che accoglie con squisita carità. È anche un tipo molto simpatico; rallegra le ricreazioni della comunità, raccontando barzellette e piacevoli aneddoti. Nel 1965 viene chiamata a Torino come segretaria di Madre Margherita Sobbrero, e quando la casa generalizia viene trasferita a Roma, suor Lea continua il suo mandato fino al 1982. Il programma della sua vita è racchiuso in queste parole, scritte di suo pugno: «La volontà di Dio è stato sempre il mio grande ed unico ideale; mi sono trovata benissimo "dove" Dio mi ha chiamata, pur con le inevitabili difficoltà il Signore però mi è stato sempre presente».

SIMONINI sr. Pierina, Figlia di Maria Ausiliatrice

☩ Genova, il 22/10/2010, a 76 anni

Pierina conobbe le FMA all'Orfanotrofio "Garibaldi" di La Spezia, dove fu accolta, a sei anni, come orfana di guerra. Il padre, comandante di marina, partecipa alla guerra del 1936-'37 in Etiopia e vi rimane vittima. È stata assistente ed educatrice, si è dedicata con passione e slancio salesiano alla catechesi nelle parrocchie, all'assistenza nell'oratorio, alla formazione dei piccoli ministranti. Era generosa e socievole, con i laici sapeva dire sempre una parola di fede. Amava molto la Madonna e parlava di Lei a chi incontrava. Purificata dalla sofferenza e dal dolore di questi ultimi mesi, si è preparata con amore a dire il suo ultimo 'sì'.

CHIRICOZZI sr. Lidia, Figlia di Maria Ausiliatrice

☩ Roma, il 6/12/2010, a 90 anni

Nel 1943 una grande sofferenza colpisce Lidia e la sua famiglia: il fratello, di 18 anni, trovandosi a Roma durante il rastrellamento dei Tedeschi in seguito all'attentato di Via Rasella, viene catturato insieme ad altri e ucciso alle Fosse Ardeatine. Lidia porterà nel suo cuore questo grande dolore per tutta la vita. Dopo la Professione, suor Lidia lavora nella scuola, come segretaria, nell'oratorio. In seguito, sarà economa, ma soprattutto una donna laboriosa e caritatevole, attenta a non far mancare nulla alle consorelle e a chi avesse bisogno.

BIANCO sr. Maria, Figlia di Maria Ausiliatrice

☩ Nizza Monferrato (AT), il 12/11/2010, a 90 anni

Maria rimase orfana a 9 anni e di lei si prese cura lo zio, sacerdote salesiano, che aveva vissuto a Valdocco accanto a D. Bosco e la indirizzò all'Istituto delle FMA di Casale. Suor Maria fu insegnante di scuola materna ed elementare, dove faceva scuola con molto amore, con un'attenzione particolare per i ragazzi più poveri e anche quando non esercitava più la sua professione continuò a prediligere i bambini e i ragazzi più svantaggiati nell'apprendimento, i più monelli, quelli che creavano problemi in classe. Su di loro aveva autorevolezza e li aiutava a raggiungere buoni obiettivi scolastici riscuotendo la riconoscenza delle famiglie. Amava e seguiva i gruppi sportivi, è stata una sostenitrice accanita della PGS e seguiva le atlete anche spiritualmente.

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13