I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

NEWS

Le vostre notizie >> IX ciclopasseggiata con Don Bosco… per Fulvio

Volti sorridenti, menti colmi di ricordi e pensieri d'affetto, cuori gonfi di commozione e aperti all'amicizia, magliette con i ritratti di don Bosco e Fulvio... e poi, tutti in sella! Ecco gli ingredienti della nona ciclopasseggiata che i salesiani della parrocchia don Bosco, assieme all'oratorio delle figlie di Maria Ausiliatrice di Taranto, hanno organizzato domenica 1 giugno, nell'ambito della «Famiglia Salesiana in Rete», in occasione dei festeggiamenti in onore di Maria Ausiliatrice.
Ma quest'anno c'era qualcosa di diverso: sulla bici ognuno di loro ha portato un ricordo, un'emozione, una battuta, un attimo di vita trascorso con l'amico Fulvio.

Fulvio Fanigliulo era stato animatore e allenatore di calcetto nella Polisportiva Giovanile Salesiana della chiesa Don Bosco di Taranto per diversi anni. Era molto amato in parrocchia e in città, visto anche il suo impegno nel sociale e come edicolante nel Borgo. I fraterni amici dell'oratorio sono stati per lui un costante punto di riferimento. Nei cortili della parrocchia aveva conosciuto la moglie. Il 1 aprile scorso Fulvio, 35 anni, era a bordo della sua bicicletta, mezzo che usava spesso per spostarsi. Mentre percorreva via Pacoret di Saint Bon nel borgo cittadino, il portellone di un pullman extraurbano si è aperto improvvisamente e lo ha colpito facendolo cadere. Nonostante i soccorsi, Fulvio è entrato nel reparto rianimazione dell'ospedale già in gravissime condizioni. Dopo otto giorni di coma, non ce l'ha fatta. Un ultimo gesto d'amore - il consenso alla donazione degli organi dato dai suoi famigliari - ha contrassegnato la sua dipartita in cielo.
I momenti di festa e di gioia della ciclopasseggiata si sono fermati nel punto in cui è accaduta la tragedia. Il gruppo ha posato le bici per terra in segno di rispetto e ha fatto un minuto di silenzio seguito da un lungo applauso e da segni di commozione da parte dei presenti: amici, vigili, poliziotti e l'assessore.