I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

NEWS

Le vostre notizie >> Il torneo di calcio delle scuole salesiane dedicato a San Karol Wojtyla

Finali a San Siro per il torneo di calcio delle scuole salesiane dedicato a San Karol Wojtyla nell'anno Bicentenario
Oggi, giovedì 4 giugno 2015, dalle ore 08.45, allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano, si sono giocate le finali del Trofeo “San Karol Wojtyla” 2015. Il torneo coinvolge gli allievi delle scuole salesiane di Lombardia ed Emilia Romagna e giunge, nell'anno Bicentenario della nascita di don Bosco, alla X Edizione. L'iniziativa ha il patrocinio della Regione Lombardia e della Provincia di Milano e coinvolge parecchi ragazzi, circa cinquecento, sul campo e sugli spalti, assieme ai loro docenti, genitori e amici con l'obiettivo di educare ad un sport sano e a un tifo consapevole.
Per il primo e il secondo posto delle Scuole Medie alle ore 09.45 hanno giocato allo stadio “San Siro” le formazioni delle Opere Sociali “don Bosco” di Sesto San Giovanni (MI) e dell'Istituto delle Figlie di Maria Ausilitrice di Milano - San Donato, per il terzo e il quarto posto hanno giocato alle ore 08.45 le squadre dell'Istituto salesiano “San Bernardino” di Chiari (BS) e del Centro Salesiano “don Bosco” di Treviglio (BG).
Per le Scuole Superiori si sono contese il primo e il secondo posto le squadre del Centro salesiano “San Domenico Savio” di Arese (MI) e dell'Istituto salesiano “Sant'Ambrogio” - ala “don Bosco” di Milano alle ore 11.45, mentre il terzo e il quarto posto si sono confrontate alle ore 10.45 le formazioni dell'Istituto salesiano “Sant'Ambrogio” e delle Opere sociali “don Bosco” di Sesto San Giovanni (MI).
Hanno occupato il primo anello rosso dello stadio “San Siro” allievi, docenti, famiglie, exallievi delle diverse Scuole, misurandosi in creatività e rispetto nel sostenere le diverse formazioni.
Le premiazioni previste al termine delle partite, intorno alle ore 12.45, con la presenza eccezionale di alcuni campioni dello sport italiano che hanno incontrato i ragazzi del Trofeo, confrontandosi da vicino con modelli di vita buona riusciti a cui ispirarsi con coraggio. Durante le premiazioni sono stati anche letti il telegramma ufficiale, con cui il Segretario di Stato Vaticano Mons. Pietro Parolin ha inviato il messaggio di Papa Francesco per i giocatori e gli organizzatori del Trofeo e per tutti i partecipanti del momento delle finali allo stadio “San Siro” di Milano. Il Papa ha inviato la sua benedizione, “incoraggiando a vivere lo sport come esperienza di amicizia e di crescita personale e comunitaria, testimoniando ovunque i perenni valori della solidarietà e della pace per contribuire all'edificazione di un mondo più giusto e fraterno”.