I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

NEWS

Defunti

N. 72 record trovati

ALFONSI sig. Pietro, coadiutore

☩ Mestre (VE), il 18 giugno 2011, a 79 anni

La vita del sig. Piero è racchiudibile nell'espressione Evangelica: "Bene, servo buono e fedele, gli disse il suo padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone" (25,21). Più di cinquantanni di presenza in Comunità a Pordenone compiendo fedelmente, con precisione, rigore e passione (guai a toglierglieli) semplici servizi: la portineria, l'apertura e la chiusura della casa, i giornali, il ritiro delle pensioni. Fedele nel lavoro e fedele nella vita di preghiera sempre puntuale alle preghiere comunitarie e a tutti i momenti comunitari in casa e fuori! Di poche, pochissime parole sempre sorridente ha dimostrato nella raccolta dei santini (migliaia e migliaia) non solo la passione del collezionista ma la semplice devozione popolare, era per lui un piccolo atto di fede! Anche nell'ultima obbedienza, che lo inviava alla Comunità per anziani di Mestre "A. Zatti", ha dimostrato la grandezza della sua semplice fede: non si è lamentato troppo ne della malattia ne dell'essere spostato di casa.

PINTO sac. Cosimo, salesiano

☩ Cisternino (BR), il 24/12/2009, a 81 anni

Salesiano tutto d'un pezzo, ha dimorato nel nostro Istituto per più di 40 anni. Come professore è stato il classico burbero benefico. Ne sanno qualcosa i tanti ragazzi che lo hanno avuto come insegnante e che conservano di lui un ricordo incancellabile. Sacerdote esperto di anime, confratello esemplare, ha amato e si è fatto amare. Lo ricorderemo come predicatore dei Novissimi: era solito concludere le sue omelie con l'espressione: "e trionferemo tutti in Paradiso". È stato un dispensatore dei Divini Misteri, con la sua talare e la bicicletta, che lo accompagnava per le strade della città e delle contrade. È tornato al Buon Dio la vigilia di Natale del 2009. Aveva da qualche mese compiuto 81 anni di età, 64 di vita religiosa e 54 di sacerdozio.

SECCHI sr. Lea, Figlia di Maria Ausiliatrice

☩ Roma, il 11/10/2010, a 90 anni

La famiglia di Lea abita in una frazione di Brescia, molto vicina a Concesio, paese natale di Paolo VI. Conseguito il diploma di ragioniera, fu impiegata in un grosso stabilimento della Val Trompia e viene seguita spiritualmente da un sacerdote salesiano, che la indirizza verso l'istituto delle FMA. Si rivela una persona intraprendente, precisa nel suo dovere e nello stesso tempo molto attenta alle sorelle che accoglie con squisita carità. È anche un tipo molto simpatico; rallegra le ricreazioni della comunità, raccontando barzellette e piacevoli aneddoti. Nel 1965 viene chiamata a Torino come segretaria di Madre Margherita Sobbrero, e quando la casa generalizia viene trasferita a Roma, suor Lea continua il suo mandato fino al 1982. Il programma della sua vita è racchiuso in queste parole, scritte di suo pugno: «La volontà di Dio è stato sempre il mio grande ed unico ideale; mi sono trovata benissimo "dove" Dio mi ha chiamata, pur con le inevitabili difficoltà il Signore però mi è stato sempre presente».

SIMONINI sr. Pierina, Figlia di Maria Ausiliatrice

☩ Genova, il 22/10/2010, a 76 anni

Pierina conobbe le FMA all'Orfanotrofio "Garibaldi" di La Spezia, dove fu accolta, a sei anni, come orfana di guerra. Il padre, comandante di marina, partecipa alla guerra del 1936-'37 in Etiopia e vi rimane vittima. È stata assistente ed educatrice, si è dedicata con passione e slancio salesiano alla catechesi nelle parrocchie, all'assistenza nell'oratorio, alla formazione dei piccoli ministranti. Era generosa e socievole, con i laici sapeva dire sempre una parola di fede. Amava molto la Madonna e parlava di Lei a chi incontrava. Purificata dalla sofferenza e dal dolore di questi ultimi mesi, si è preparata con amore a dire il suo ultimo 'sì'.

CHIRICOZZI sr. Lidia, Figlia di Maria Ausiliatrice

☩ Roma, il 6/12/2010, a 90 anni

Nel 1943 una grande sofferenza colpisce Lidia e la sua famiglia: il fratello, di 18 anni, trovandosi a Roma durante il rastrellamento dei Tedeschi in seguito all'attentato di Via Rasella, viene catturato insieme ad altri e ucciso alle Fosse Ardeatine. Lidia porterà nel suo cuore questo grande dolore per tutta la vita. Dopo la Professione, suor Lidia lavora nella scuola, come segretaria, nell'oratorio. In seguito, sarà economa, ma soprattutto una donna laboriosa e caritatevole, attenta a non far mancare nulla alle consorelle e a chi avesse bisogno.

BIANCO sr. Maria, Figlia di Maria Ausiliatrice

☩ Nizza Monferrato (AT), il 12/11/2010, a 90 anni

Maria rimase orfana a 9 anni e di lei si prese cura lo zio, sacerdote salesiano, che aveva vissuto a Valdocco accanto a D. Bosco e la indirizzò all'Istituto delle FMA di Casale. Suor Maria fu insegnante di scuola materna ed elementare, dove faceva scuola con molto amore, con un'attenzione particolare per i ragazzi più poveri e anche quando non esercitava più la sua professione continuò a prediligere i bambini e i ragazzi più svantaggiati nell'apprendimento, i più monelli, quelli che creavano problemi in classe. Su di loro aveva autorevolezza e li aiutava a raggiungere buoni obiettivi scolastici riscuotendo la riconoscenza delle famiglie. Amava e seguiva i gruppi sportivi, è stata una sostenitrice accanita della PGS e seguiva le atlete anche spiritualmente.

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12