I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

NEWS

Le vostre notizie >> A.A.A. buona stoffa cercasi

“A.A.A. buona stoffa cercasi” è stato il musical che ha ripercorso la vita di San Domenico Savio attraverso 18 canzoni con musica live e nel contempo sono state sviscerate le caratteristiche principali della spiritualità salesiana condensate in un progetto unico, sotto tutti i punti di vista. Questo lavoro è stato preparato all'Oratorio Salesiano di Ragusa, per iniziativa dell'allora responsabile Don Franco Crimì, in occasione delle varie iniziative intraprese nella stagione 2014/2015 per festeggiare il bicentenario della nascita di Don Bosco. Lo spettacolo è stato portato in scena non solo presso il teatro Don Bosco di Ragusa, ma anche in altre realtà salesiane e parrocchiali, che hanno molto gradito la rappresentazione. Il cast è stato formato dai ragazzi dell'oratorio oltre 30 protagonisti, fra i quali altri meno giovani affascinati dal carisma salesiano, insieme a una squadra di tecnici, tra addette ai costumi, responsabili di palco e di sala, assistenti alla regia e alle corografie, nonché un'orchestra ed un coro rigorosamente dal vivo. Il progetto teatrale nasce da un'idea degli autori Matteo Milanese e Cristian Siso, i quali avevano portato in scena per la prima volta la rappresentazione oltre 10 anni fa. Sotto l'attenta regia di Don Franco il musical è stato parzialmente riveduto, arricchendolo con scene totalmente originali e aggiungendo altri brani dai titoli: Aiutami Signore, Eucarestia, Santo è la mia meta, Vi saluto amici, Nascerà. Il copione non è incentrato solo sulla figura di Domenico, ma anche quella di Don Bosco è abbastanza presente e pregnante a cui il giovane Savio rivela i suoi progetti di santità.
Lo spettacolo si è rivelato indubbiamente piacevole con il susseguirsi veloce, senza cadute di tono, della danza, del canto e della recitazione, in un racconto ritmato dalla musica che sottolinea diversi aspetti della narrazione.
“Una compagnia nata come momento di aggregazione - ha dichiarato Don Franco Crimì in veste anche di regista del musical - ma che ha raggiunto una capacità elevata da riuscire a coinvolgere un pubblico entusiasta in un'esperienza di vera e propria scoperta del giovane santo, per tutti i ragazzi, passati, presenti e futuri”.