I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

NEWS

Le vostre notizie >> Il IX Torneo di calcio delle Scuole Salesiane in onore di San Karol Wojtyla

Lunedì 5 e martedì 6 maggio 2014 all'Arena Civica «Gianni Brera» di Milano ha preso il via la IX Edizione del Trofeo «Karol Wojtyła», la competizione calcistica tra le Scuole Medie e Superiori dei Salesiani di Lombardia ed Emilia Romagna che da quest'anno ha preso il nome di Trofeo «San Karol Wojtyła», in seguito alla recente canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II.
L'iniziativa patrocinata della Regione Lombardia ha visto coinvolti un gran numero di ragazzi direttamente impegnati nelle partite e molti di più che hanno partecipato a livello locale a progetti di tifo consapevole e di scoperta dei valori dello sport, che hanno culminato con il sostegno concreto alle proprie squadre nei diversi momenti del torneo.
L'organizzazione dell'evento è stata curata dal prof. Paolo Bianco dei Salesiani di Milano, e dagli Uffici di Pastorale Giovanile dell'Ispettoria salesiana Lombardo Emiliana, in particolare dal Delegato per la Pastorale Giovanile, don Elio Cesari.
Peculiarità dell'evento è stata la possibilità di giocare le finali del torneo nello Stadio «Giuseppe Meazza», forse più conosciuto come «Stadio San Siro», un vero e proprio premio per i ragazzi partecipanti, stimolo per ciascuno di loro a dare il massimo nelle fasi di qualificazione.
Gli Istituti coinvolti nell'iniziativa sono stati: l'Istituto «don Bosco» di Brescia, l'Istituto «Sant'Ambrogio» di Milano, le Opere Sociali «don Bosco» di Sesto San Giovanni, l'Istituto «L. Gonzaga» di Milano, il Centro salesiano «San Domenico Savio» di Arese (MI), il Centro salesiano «don Bosco» di Treviglio (BG), l'Istituto salesiano «don Bosco» di Milano e l'Istituto salesiano «San Bernardino» di Chiari (BS).
Il torneo inoltre è stato anche la più bella occasione per continuare a presentare ai ragazzi la figura di Papa Giovanni Paolo II, oggi santo, ed interiorizzare il suo messaggio ispirato al Vangelo. Appassionato di sport, San Karol, per primo, diventa così un modello di vita per tanti giovani che nelle Scuole Salesiane cercano la loro vocazione e si abituano a vivere i valori del rispetto, della solidarietà e della pace, anche e soprattutto in questo caso a partire dallo sport che diventa una vera scuola di vita.
Durante la premiazione è stato letto il telegramma ufficiale di Papa Francesco per i giocatori e gli organizzatori del Trofeo San Karol Wojtyła e per tutti i partecipanti del momento delle finali allo stadio «San Siro» di Milano, firmato dal Segretario di Stato Vaticano monsignor Pietro Parolin. Il Papa ha inviato la sua benedizione, «incoraggiando a vivere lo sport come esperienza di amicizia e di crescita personale e comunitaria, testimoniando ovunque i perenni valori della solidarietà e della pace per contribuire all'edificazione di un mondo più giusto e fraterno», ricordando anche la recente canonizzazione del titolare del Trofeo: San Papa Giovanni Paolo II, alla cui intercessione affidarsi con fiducia.