I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

NEWS

Le vostre notizie >> Don Bosco passa all’Oratorio Don Bosco di Nizza Monferrato

È stato un Natale particolare e commovente quello vissuto dagli exallievi salesiani e amici dell'oratorio don Bosco di Nizza.
L'Urna di don Bosco il 25 dicembre alle ore 15:30, prima di ripartire dall'Istituto N.S. delle Grazie di Nizza Monferrato per Mornese, luogo di nascita della fondatrice delle salesiane F.M.A. santa Maria Domenica Mazzarello, ha fatto sosta nell'Oratorio don Bosco.
L'insistenza di Roberto Carrara, Vice Presidente exllievi Salesiani di Piemonte e Valle d'Aosta, e di exallievi facenti parte della Famiglia Salesiana e di oratoriani da sempre vicini a don Bosco e all'indimenticabile don Celi nei confronti di don Luca Barone, salesiano che segue la peregrinazione dell'Urna nelle varie Diocesi e nei luoghi più significativi della salesianità e di don Bosco, è stata premiata.
Don Luca Barone dopo aver visitato l'Oratorio nella tarda mattinata del 23 dicembre, giorno di arrivo dell'urna di don Bosco a Nizza, ed aver letto la recente ristampa del libro "Un uomo di Dio per tutte le età" realizzato nel 1996 che raccoglie le testimonianze su don Celi, direttore dell'oratorio don Bosco di Nizza per 44 anni e delegato exallievi per 54 anni, ha concesso, grazie anche al permesso di monsignor Pier Giorgio Micchiardi, al passaggio dell'urna all'Oratorio don Bosco di Nizza.
Nel pomeriggio di Natale partendo dall'Istituto N. S. delle Grazie accompagnata come sempre da don Luca Barone e, nell'occasione, dalla Direttrice ed alcune Suore della Madonna, ha varcato il cancello dell'Oratorio don Bosco e si è fermata negli ampi cortili, dove ogni giorno, tanti ragazzi trovano un "porto sicuro", giocando, divertendosi e ricevendo una buona parola cristiana, assistiti dalla Comunità Shalom e dall'immancabile Mauro Cerruti. Per tutti è stato un evento storico meraviglioso.
L'Urna è stata accolta con un lungo applauso da un gruppo di persone commosse.
Don Luca, in un discorso sincero e perfetto, ha valorizzato l'operato di don Celi che in tutti i suoi anni di attività e dedizione all'Oratorio è sempre stato in perfetta linea con lo Spirito Educativo di don Bosco. Ha concluso la cerimonia con la benedizione finale a tutti i partecipanti e all'Oratorio leggendo la preghiera per ottenere la Glorificazione di don Giuseppe Celi che nel 2005 ha ottenuto l'Imprimatur della Curia Vescovile della Diocesi di Acqui Terme. Poco dopo le ore 16 l'Urna di don Bosco ha lasciato tra gli applausi fragorosi e festosi l'Oratorio.
Solo poco dopo ha ripreso copiosamente a piovere.