I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI
1. Il Santo che combatté contro il drago - 9. Un insieme di alberi - 14. Opposto a sempre - 15. Proprio così, appunto - 16. Prodi, eroici - 18. XXX - 20. Diede i natali a Ettore Fieramosca - 21. Sono a coppie nei cassetti - 22. Spaziosi e ventilati - 23. XXX - 24. Gabbia per pollame - 26. Perfida - 27. In India è una tipica veste da donna - 28. XXX - 29. Traccia solchi nei campi - 30. Mantelli senza anelli! - 31. Sono dispari in mente - 32. Agre, acidule - 35. La Williams che interpretò film con coreografie acquatiche (iniz.) - 36. Li formano i manifestanti sfilando nelle strade - 39. Codice di avviamento postale (sigla) - 40. Gocciola nel frantoio - 42. Quello de France lo affrontano i ciclisti - 43. Il Mix del cinema muto (iniz.) - 44. Strumento musicale con il mantice e tastiera a tasti o bottoni - 45. Formano i numeri.


VERTICALI
2. Liquori digestivi - 3. Lo è la terra d'origine - 4. Percorso in tondo - 5. Ciascuno, tutti - 6. Ruscello - 7. Mezza gara! - 8. Hanno la forma simile ad un uovo - 9. Tendente al blu - 10. Le ha pari la botola - 11. Senior (abbr.) - 12. Sporgenze rocciose sul fianco dei monti - 13. Avverso, per niente amichevole - 17. Al centro dell'aquaplano - 18. In India appartengono alla casta più bassa - 19. Il verbo del temerario - 20. Grossa candela - 23. Formulò la teoria sull'evoluzione delle specie - 24. Vissero in Mesopotamia - 25. Il figlio di Piero Angela (iniz.) - 27. Il gambo del fiore - 29. Grosso strumento musicale a corde - 30. Fanghiglia - 33. Uno sport invernale - 34. In mezzo all'impasto - 37. Gustosi biscotti salati simili ai cracker - 38. Situate in profondità - 40. Il centro di Roma - 41. Io allo specchio! - 43. Così inizia la Traviata!

La soluzione nel prossimo numero.

TANTE MANI DAL CIELO PER LA SCUOLA
In virtù della sua instancabile opera educativa, san Giovanni Bosco è il XXX e di tutte le categorie che hanno a che fare con il mondo dell'insegnamento, degli studenti, degli scolari e più in generale dei giovani, ma anche degli educatori, chiamati a svolgere un ruolo fondamentale nel formare i cittadini e i cattolici di domani. Ma insieme al nostro Santo altri ve ne sono con meriti simili e ai quali ugualmente vi ci si può affidare. Come il beato Calasanzio, celeste patrono delle scuole popolari cristiane, e il francescano san Giuseppe da Copertino, protettore dei candidati agli esami, vissuto nel XVII secolo. Nella devozione cattolica quest'ultimo viene chiamato il santo dei voli, grazie alla levitazione che secondo le cronache del tempo avrebbe compiuto in stato di estasi e che gli procurò un processo dinanzi al Sant'Uffizio per abuso di credulità popolare, dal quale però venne assolto. Viene anche indicato come il santo degli studenti, perché venne consacrato sacerdote dopo il difficile superamento degli esami, superamento considerato prodigioso per le difficoltà da lui incontrate nonostante l'impegno profuso nello studio; per tale motivo viene invocato dagli studenti durante gli esami. Inoltre, san Filippo Neri e sant'Ignazio di Loyola, entrambi educatori e protettori dei giovani in generale. E santa Rosa Venerini, fondatrice del movimento delle maestre Pie Venerini, che merita per il suo carisma di essere indicata come patrona della scuola italiana. L'ha sostenuto l'ex ministro dell'istruzione Beppe Fioroni durante una visita a Fano, ricordando la santa viterbese benemerita nel campo dell'educazione. Infine, nel 1880, papa Leone XIII con la sua lettera apostolica “Cum hoc sit” proclamava san Tommaso d'Aquino patrono delle Università, delle Accademie, dei Licei e delle scuole cattoliche.


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE