I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

INIZIATIVE

MARTA ROSSI

Un'esperienza stupenda

Il Servizio Civile Universale con i Salesiani per il Sociale APS

Mi sento la persona più fortunata del mondo nell'aver conosciuto questi giovani, che ogni giorno erano e sono lì a giocare, che si sono affezionati a noi, che hanno bisogno di consigli, di persone amiche, di esempi e di tanto affetto.

“Il Servizio Civile non è mai stato un lavoro per me ma è stato il realizzarsi del mio sogno più grande, quello di animare in Oratorio e di passare del tempo con tanta gente che quotidianamente mi dava qualcosa”. Andrea, 24 anni, ha svolto il Servizio Civile universale nella casa salesiana di Salerno. Giulia, invece, lo ha svolto a Palermo: “Mi sento la persona più fortunata del mondo nell'aver conosciuto questi giovani, che ogni giorno erano e sono lì a giocare, che si sono affezionati a noi, che hanno bisogno di consigli, di persone amiche, di esempi e di tanto affetto. Tra loro, anche il più “disgraziato”, è davvero bellissimo”. Ilenia, invece, ha vissuto l'esperienza all'estero e ha svolto il suo anno di servizio in Spagna. “Io passo le mie giornate tra giudici e avvocati, scrivendo atti giudiziari, sentenze... ma mi manca quell'innocenza dei ragazzi. Arrivare in classe e salutarli, farmi raccontare la loro giornata, i loro problemi”.
Un'esperienza che fa crescere, che forma, che realizza sogni e mette in crisi le certezze: tutto questo è il Servizio Civile Universale con i Salesiani, che in Italia è coordinato e gestito da Salesiani per il Sociale APS. Tra gennaio e febbraio sono partiti i 1149 volontari selezionati tra le 2461 domande arrivate, così divisi: 1117 volontari in Italia e 32 volontari per i progetti all'estero.
Fare il Servizio civile universale con i Salesiani è un'opportunità per far maturare i giovani nell'autonomia e nel servizio responsabile verso gli altri, specialmente verso i più piccoli e i più bisognosi, attraverso l'animazione e l'assistenza nello stile di don Bosco. Nelle case salesiane dove si svolge il servizio, il giovane viene inserito nella Comunità educativa pastorale per condividerne la missione. Per questo motivo, ai candidati viene richiesta un'attitudine alle attività educative, formative e di educazione; una motivazione a vivere un'esperienza di crescita personale e di gruppo.
Per aiutare i volontari nella loro crescita verso l'autonomia, viene loro corrisposto un rimborso spese da parte del Dipartimento delle Politiche giovanili e del Servizio civile universale pari a 439,50 euro al mese; per i volontari all'estero invece il contributo è di circa 850 euro mensili e le spese di vitto e alloggio sono incluse.
Prima della partenza, c'è una fase di preparazione che prevede la formazione generale e specifica. Per quella generale per i volontari in servizio civile all'estero, quest'anno ha tenuto un incontro la giornalista Federica Angeli, da sei anni sotto scorta per le sue cronache sulla presenza della mafia a Ostia.
La gestione del Servizio civile per i Salesiani in Italia è di Salesiani per il Sociale APS che ha concluso la fase di trasferimento degli enti di accoglienza e delle sedi all'albo di servizio civile universale, una fase durata quattro mesi che ha portato un nuovo assetto associativo che comporta: 232 enti di accoglienza, di cui 19 all'estero; 601 sedi di attuazione progetto di cui 165 all'estero (Spagna, Francia, Romania, Haiti, Egitto, Brasile, Albania, Angola, Bolivia, Burundi, Etiopia, Ghana, Repubblica Democratica del Congo, Madagascar, Palestina, Senegal) 131 formatori generali; 102 selettori; 16 esperti di monitoraggio. In questa fase sono stati rielaborati i sistemi con i quali vengono gestite tutte le fasi e le procedure di servizio civile: sistema di coordinamento, di selezione, di formazione e di monitoraggio che stiamo già attuando nei progetti in partenza.
Per quanto riguarda i fondi, la legge di Bilancio ha stanziato per il SCU 149milioni di euro (erano 198 nel 2018), sufficienti per l'avvio nel 2020 di circa 25mila giovani, ai quali si aggiungeranno gli 8mila previsti grazie ai 56milioni dei fondi di “Garanzia Giovani”. Un totale quindi di circa 33mila giovani, inferiore ai 39.646 messi a Bando quest'anno con i fondi previsti dal Governo Conte I, e ancora di meno rispetto ai 53.363 finanziati dal Governo Gentiloni nel 2018.
“Il Servizio Civile è difficile da raccontare in tutte le sue sfaccettature ed in particolare in quelle prettamente umane - racconta infine Noemi, al rientro dalla Spagna -. Sicuramente durante questo anno ho commesso molti errori didattici, organizzativi o relativi allo scambio interpersonale; tuttavia, ritengo che dallo scontro e dal confronto ho acquisito consapevolezza dei miei punti deboli e dei miei punti di forza e ciò mi ha permesso di compensare i primi ed ottimizzare i secondi. Credo che le relazioni abbiano giocato un ruolo chiave nel rendere meno stressanti i numerosi cambiamenti di vita e le incertezze di ruolo: partirei da Ilaria, una persona che ha condiviso con me praticamente ogni momento di sconforto e di gioia ed è stata stimolo per andare avanti, esplorare, migliorare e condividere”.

Servizio Civile Universale e-mail:
serviziocivile@salesianiperilsociale.it
Tel. 06 4940522
https://www.salesianiperilsociale.it/servizio-civile/

«SCATENATE IL PARADISO!»
Salesiani per il Sociale oltre alla promozione del volontariato giovanile è impegnata a salvare ogni ragazzo, nessuno escluso, come avrebbe fatto don Bosco, a partire da coloro che sono più poveri, esclusi ed emarginati. Opera in tutto il territorio nazionale come rete fatta di case famiglia, comunità accoglienza, centri diurni e altri servizi: nel 2019, attraverso i diversi servizi e progetti, sono stati oltre 30mila i bambini e i giovani raggiunti.
Per sostenere le attività di Salesiani per il Sociale APS, puoi donare il 5x1000 inserendo il C.F. 97099620581, per informazioni: info@salesianiperilsociale.it
Segui Salesiani per il Sociale su: www.salesianiperilsociale.it e sulla pagina Facebook: Salesiani per il Sociale APS.
Segui i Salesiani in Italia su: www.donboscoitalia.it
e iscriviti alla newsletter “Scatenate il Paradiso!” andando sul sito.