I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI
1. Associazione di laici credenti che, per concessione pontificia, può aggregarne altre - 14. Il capo della tonnara - 15. Mezzo agrume - 16. Vi si raccolgono le figurine - 17. Il punto nel calcio - 20. Pietre dure di colore verde-azzurro - 22. Estate a Parigi - 23. Il Fleming creatore di 007 - 25. Il grande poeta di Recanati - 28. Il “Sasso” dell'Appennino centrale - 29. XXX - 31. Una nota... reale - 32. Gli enti comunali assistenziali che sostituirono nel ཡ le Congregazioni di carità (sigla) - 33. Nel caso in cui - 34. A te - 35. Lo ripeteva il Gigante quando sentiva “odor di cristianucci” - 38. Avide, incontentabili - 40. Sigla di Asti - 41. Lo si colma di gelato - 43. Le ha pari il capace - 44. Esame attitudinale - 45. Precedette l'IVA - 46. Lo Jacopo del quale Foscolo scrisse le Ultime lettere - 48. Gli estremi del Sudan - 49. In maniera provvisoria.


VERTICALI
1. Un titolo ecclesiastico - 2. Poco rapido! - 3. Lo diventa il brutto anatroccolo - 4. Prefisso per “uguale” - 5. Un secco rifiuto - 6. Lesione dell'epidermide - 7. Passare ai fatti - 8. Lo fu Giuda - 9. La Norma ... che valse l'Oscar a Sally Field - 10. La sigla dei Paesi Bassi - 11. La penisola che comprende Spagna e Portogallo - 12. La indossa l'astronauta - 13. Chiude la preghiera - 18. Acciuga - 19. Lo è l'ottone - 21. Colorata a pennello - 24. Vi si trova la sede storica dell'Alfa Romeo - 26. Io allo specchio - 27. Manifesto... da cameretta - 28. Un bovino africano - 30. Sveglie - 36. Include tutti gli attori di un film - 37. Le belve... che ridono - 39. Al centro della giostra - 40. Si usa per cucire - 41. Insieme a - 42. Sono pari nel sofisma! - 45. Istituto Professionale (sigla) - 47. Così inizia il semestre.


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE

ECCEZIONALE ORDINARIETÀ

Si era ai primi giorni del mese di novembre, nel 1860, quando Giuseppe Dalmazzo, quindicenne di Cavour (paese in provincia di Torino), conobbe don Bosco e fu testimone oculare del seguente, straordinario episodio che riportò con dovizia di particolari anni dopo, da adulto, quando era ormai diventato sacerdote salesiano. Era entrato da pochi giorni all'Oratorio e seguiva un corso di retorica, l'arte dello scrivere e del parlare, ma per via del vitto troppo sobrio a cui non era abituato era già intenzionato ad allontanarsene. In una di quelle mattine, andò presso don Bosco per confessarsi, in mezzo a una folla di tanti altri giovani che circondava il Santo. Un inserviente gli si avvicinò per avvisarlo che non si poteva dare ai giovani (che continuavano a seguire la Messa) le pagnottelle per la colazione, perché il pane era terminato e che non si poteva prenderne più in panetteria tanto era alto il debito contratto. Questa notizia sembrò non preoccupare minimamente don Bosco che dispose di cercarne nella dispensa e nei refettori. E non preoccupava neanche il giovane Dalmazzo perché era intenzionato ad andarsene, dopo la Messa, e a fare colazione a casa propria. Sul finire della funzione, tornò l'inserviente con poche pagnotte, assolutamente insufficienti a soddisfare i tanti giovani presenti, ma ancora don Bosco lo tranquillizzò. Finite le confessioni si alzò e si avviò verso la sacrestia dove si sarebbe distribuito il pane. Ricordando i tanti racconti uditi sulle prodezze e i prodigi di don Bosco il giovane Dalmazzo, incuriosito, si posizionò in modo da osservare bene come si sarebbe risolta la situazione. Poteva vedere la cesta e la ventina di pagnotelle che vi era dentro e poteva vedere don Bosco consegnarle seraficamente. Insomma, dai a uno, dai a un altro, tutti i trecento ragazzi ebbero le loro pagnotte! Il XXX di don Bosco si era compiuto... e il giovane Giuseppe Dalmazzo non andò più via e rimase con il Santo fino alla sua morte.