I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

I NOSTRI SANTI

A CURA DI PIERLUIGI CAMERONI, postulatore generale - postulazione@sdb.org

Coloro che ricevessero grazie o favori per intercessione dei nostri beati, venerabili e servi di Dio, sono pregati di segnalarlo a postulazione@sdb.org

IL SANTO DEL MESE

In questo mese di gennaio preghiamo per la Causa di Canonizzazione del Beato Bartolomeo Blanco Marquez, Salesiano Cooperatore, martire.
Bartolomeo nasce a Pozoblanco, in Spagna, il 25 novembre 1914. Sua mamma morì prima che il bimbo compisse i quattro anni. Figlio e padre andarono a vivere dagli zii. Orfano anche di padre a dodici anni, dovette lasciare la scuola e mettersi a lavorare da seggiolaio nel piccolo laboratorio del cugino. Quando nel settembre 1930 arrivarono i Salesiani, Bartolomeo frequentò l'oratorio e aiutò come catechista. Trovò in don Antonio do Muiño un direttore che lo spinse a continuare la sua formazione intellettuale, culturale e spirituale. Più tardi entrò nell'Azione Cattolica, di cui fu segretario e dove profuse il meglio di sé. Trasferitosi a Madrid per specializzarsi nell'apostolato fra gli operai presso l'Istituto Sociale Operaio, si distinse come oratore eloquente e studioso della questione sociale e della dottrina sociale della Chiesa. Ottenuta una borsa di studio, poté conoscere le organizzazioni operaie cattoliche di Francia, Belgio e Olanda. Nominato delegato dei sindacati cattolici, nella provincia di Cordoba fondò otto sezioni. Fu un cristiano impegnato, testimoniando una profonda vita interiore e una dedizione generosa all'apostolato sociale. Quando esplose la rivoluzione, il 30 giugno 1936, Bartolomeo ritornò a Pozoblanco e si mise a disposizione della “Guardia Civile” per la difesa della città che dopo un mese si arrese ai rossi. Si consegnò il 18 agosto. Accusato di ribellione, fu portato in carcere, dove continuò ad avere un comportamento esemplare: “Per meritarsi il martirio, bisogna offrirsi a Dio come martiri!”. Venne processato e condannato a morte a Jaén. Disse: “Avete creduto di farmi un male e invece mi fate un bene perché mi cesellate una corona”. Fu fucilato il 2 ottobre 1936 a Jaén. Prima di ricevere il colpo mortale esclamò: “Viva Cristo Re!”. È stato beatificato il 28 ottobre 2007.

PREGHIERA

Ti ringraziamo, o Dio nostro Padre,
perché hai sostenuto fino alla
testimonianza suprema
il beato Bartolomeo Blanco, giovane laico, salesiano cooperatore.
Egli ha versato il suo sangue
per amore tuo e della Chiesa.
Ti preghiamo, concedici,
per il suo esempio e la sua intercessione,
di rispondere generosamente alla tua chiamata,
fino al dono totale della nostra vita.
Per sua intercessione ti chiediamo la grazia di...
Per Cristo nostro Signore. Amen.

RINGRAZIANO
Desidero ringraziare di cuore Maria Ausiliatrice, Madre Mazzarello e san Domenico Savio perché in tre diversi frangenti della mia vita ho sperimentato il loro amorevole aiuto. Ancora li prego affinché mi accompagnino e benedicano la mia famiglia.
Maini Maria Grazia
Ventimiglia (IM)

Vorrei ringraziare san Domenico Savio per la nascita del mio Michele Domenico avvenuta il 22 marzo 2019 a sole 30 settimane di gestazione. La gravidanza è iniziata male dall'inizio per un distacco di placenta, in seguito ho contratto infezione alla vescica e reni e si è conclusa con un parto prematuro. Ho pregato san Domenico Savio con fede affinché il Signore per sua intercessione ascoltasse la mia preghiera! E il Signore ci ha ascoltati!
Annarita - Taranto

Incoraggiata da quanto ho letto, mi sono rivolta alla beata Eusebia Palomino, chiedendole che ottenesse per mio figlio la grazia di trovare il lavoro di cui da vario tempo era rimasto privo. La mia preghiera è stata esaudita; infatti poco tempo dopo mio figlio è stato assunto al lavoro a tempo determinato, e successivamente a tempo indeterminato.
Bettarini Daniela
Campi Bisenzio (FI)

Sono un'exallieva salesiana. Voglio ringraziare san Domenico Savio per la nascita di mia figlia Michela, avvenuta il 31.01.1987 e per la nascita di mio nipotino Francesco, avvenuta il 13.12. 2016. Chiedo per entrambi la protezione di san Domenico Savio.
Siviero Marita
S. Ambrogio di Torino

Intendo confermare la mia devozione a san Domenico Savio per avermi protetto in un brutto momento della mia vita. Circa tre anni fa mi fu riscontrato un tumore al seno. Fui presa da una così forte agitazione, che mi sembrava di soccombere, come se tutto il mondo mi fosse crollato addosso. Iniziai subito a pregare san Domenico Savio con una novena, ripetuta poi con i miei famigliari. Tre mesi dopo, fui operata e guarii completamente, tanto che dopo i dovuti controlli il medico specialista mi disse di dimenticare questo episodio, poiché ero perfettamente sana. Desidero ringraziare vivamente san Domenico Savio e chiedo la sua protezione su tutta la mia famiglia.
P. P. - Tuenno (TN)

CRONACA DELLA POSTULAZIONE

Il 5 novembre 2019, nel corso del Congresso peculiare dei Consultori Teologi presso la Congregazione delle Cause dei Santi, è stato dato all'unanimità parere positivo in merito alla fama di santità e all'esercizio delle virtù eroiche del Servo di Dio del Servo di Dio Ignazio Stuchlý, Sacerdote Professo della Società di San Francesco di Sales (1869-1953).