I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI 1. In maniera inimmaginabile - 14. Termina con botti e fuochi d'artificio - 15. Il padre di Ulisse - 16. La “e...” posta che viaggia in Internet - 19. La casa dei contadini russi - 21. Insieme agli epòdi erano usati nella metrica classica - 23. Viale senza vie - 24. Una federazione di stati americani - 27. La cassetta dell'apicoltore - 29. Galleggianti per ormeggi o segnalazione - 30. XXX - 35. Soffre di inappetenza in modo patologico - 36. L'Istituto di Ricostruzione Industriale sciolto nel 2000 (sigla) - 38. Il De ... interprete di Taxi Driver - 39. Le vocali di tutti! - 41. Una varietà di quarzo - 44. La superficie ghiacciata dei mari polari, pack - 48. Latte a Parigi - 49. In alcune ideologie è la solidarietà e l'organizzazione del proletariato di tutte le nazioni.


VERTICALI 1. Era “la dolce” in un film di Billy Wilder - 2. Vi si associano gli scalatori - 3. Bagnarsi in centro - 4. Cuneo (sigla) - 5. La fondò Enrico Mattei - 6. Appoggiati delicatamente - 7. Così è un rimedio con effetti moderati, tenui - 8. Fine della storia - 9. Vincoli affettivi - 10. Smorfia senza dispari - 11. Non si chiede alle signore - 12. Grosse nubi - 13. Il Grande Lago che bagna Cleveland - 17. Cani di taglia gigante - 18. Il vantaggio economico, specialmente dello speculatore - 20. Cavalli da corsa che danno solo delusioni - 22. Il serpente constrictor - 25. Né mie, né tue - 26. Città egiziana con un'enorme diga - 28. Sono uguali nei cibi - 31. Jean-Baptiste Camille, tra i maggiori paesaggisti dell'Ottocento - 32. Si dice che Cleopatra facesse il bagno nel suo latte - 33. Altare pagano - 34. Fiori simbolo di purezza - 35. Suffisso che esprime opposizione - 37. Lo è un cateto - 40. Tesina senza pari - 42. Azienda Autonoma di Soggiorno - 43. Un gestore di telefonia mobile - 44. Una sigla del terrorismo italiano - 45. Il comico Zalone (iniz.) - 46. La prima persona singolare - 47. Coppia d'assi.


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE

OLTRE CHE SOGNATORE ANCHE MAGO!

Il giovane don Bosco, Giovannino, come veniva chiamato, era sempre pieno di entusiasmo e contagiava chiunque con la sua allegria. Era un piacere stare con lui, veniva sempre accolto bene e la gente, giovani e adulti, si concedeva di buon grado alla sua compagnia. La sua Società dell'Allegria era conosciuta tra gli abitanti di Chieri e molti si lasciavano incantare dai giochi di abilità e dalle trovate di quei ragazzi, ma Giovannino era al centro dell'attenzione, naturalmente. Catturava subito l'interesse generale con le sue parole, agiva di destrezza e lasciava gli astanti pieni di stupore quando presentava qualche gioco dei suoi. Fingere di uccidere un passerotto, pestarlo nel mortaio, metterlo in una canna di pistola, sparare e vederlo volar via vivo e vegeto, era uno dei prestigi che riscuoteva più successo. Ancora, dalla stessa bottiglia faceva uscire vino bianco o rosso, a richiesta. Ma il suo forte erano i giochi di sveltezza di mano: tirar fuori dal bussolotto palle via via più grosse, o uova - tante uova - da una piccola sacca. Riusciva anche a indovinare quanto danaro avesse indosso il prescelto di turno. Tutte queste abilità passarono, soprattutto tra le menti più semplici e ingenue, come opere di magia nelle quali addirittura il diavolo potesse averci messo del suo. Per queste voci, giunte all'orecchio del buon canonico Burzio, persona molto istruita, Giovannino fu nientemeno che XXX! Per discolparsi dovette eseguire ancora giochi di prestigio, far sparire borsellino e orologio, alla presenza del sacerdote che restò di sasso e adombrò l'uso di scienze occulte dalle quali era già pronto a salvare il ragazzo. Ma il ragazzo, trattenendo il riso, ne spiegò il trucco (di mano lesta e di osservazione) con il suo modo franco. Don Burzio si acquietò e apprezzò le qualità del giovane e gli disse: “Va a dire ai tuoi amici che ignorantia est magistra admirationis, l'ignoranza è maestra della meraviglia!”.