I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI.
1. XXX - 15. Un Laurence tra le più grandi star del Cinema - 16. Dà aroma alla sambuca - 17. L'Hans pittore tra i fondatori del Dadaismo - 19. Avere validità - 20. Quelle radio viaggiano nell'etere - 21. Quel che rimane di qualcosa - 23. Nome maschile - 24. L'elettore vi infila la sua scheda - 25. C'è quella d'emergenza - 26. Il gol nel rugby - 27. Grave affronto - 28. Osso della gamba - 29. ... Beta futuristico amico di Topolino - 30. Attraversa Firenze - 31. La fine di Landrù - 32. 99 romani - 33. Il Totti calciatore (iniz.) - 34. Un rifiuto - 35. La Jai che si gioca negli sferisteri - 36. Chiude la bottiglia - 38. Collera, rabbia - 39. La partita è finita quando il game è ... - 40. Stando così le cose - 41. La nazione con gli Hayatollah - 42. Il locale dove si svolgono lavori di costruzione e riparazione di pezzi metallici.

VERTICALI.
1. Spostamento di persone od oggetti - 2. Terreno coltivato a olivi - 3. Incisa, solcata - 4. Un cereale simile al grano - 5. C'è quello al piattello - 6. Sono pari nel dovere - 7. Iniziali di Redford - 8. Il sonno dei piccini - 9. Si infrange sugli scogli - 10. Si rinvia sine ... se non si fissa una scadenza precisa - 11. Il Calvino scrittore (iniz.) - 12. Organismo che ha bisogno di respirare ossigeno - 13. Imposta, tributo - 14. Ispidi - 18. Lo “stelo” che sorregge alcune lampade - 20. Piccolo campo coltivato - 22. Il nome del chitarrista Clapton - 24. Li guidava Attila - 25. A noi - 27. Si consultano quelli dei treni - 28. ... Amaru l'ultimo re Inca - 30. Uno dei fratelli Baldwin del Cinema - 31. Metallo conduttore - 33. Abito maschile con le code - 35. Antenati - 36. Sono dispari a Teramo - 37. Se è seguito dal nic si fa colazione all'aperto - 38. Istituto di Ricostruzione Industriale (sigla) - 39. Il “di” inglese - 40. Le vocali di moda - 41. Dentro.


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE

IL PRETE CHE SAPEVA FISCHIARE


Era il 1841, l'anno in cui si realizzò il grande sogno di don Bosco di costruire un oratorio per ragazzi. Era precisamente il giorno dell'Immacolata concezione di Maria, l'8 dicembre. Nella sacrestia, Giuseppe Comotti, il chierico, assisteva don Bosco che si apprestava a celebrare la Santa Messa e stava indossando i paramenti sacri. In quel mentre, si accorsero che un ragazzetto era in un angolo della stanza e li osservava. Il chierico gli si avvicinò e, approfittando della sua presenza, gli chiese di andare ad aiutare a servir Messa. Il ragazzetto, però, mortificato, abbassò gli occhi e rispose di non saperlo fare. Comotti insisté ma il giovane ripeté di nuovo, forse anche per timidezza, la sua incapacità. “Bestione!” lo apostrofò e lo scacciò con la scopa impugnata a mo' di randello. Intervenne il Santo: “Perché lo avete trattato in quel modo?”. “Perché se non sa servir Messa allora è inutile che se ne stia in sacrestia” fu la frettolosa risposta. “Avete fatto male a scacciarlo, richiamatelo che è un amico”. Il ragazzetto tornò, i capelli rasati, la giacca sporca di calce e le scarpe impolverate, sul viso gli si leggeva la tristezza. Probabilmente gli era stato detto di andare alla funzione dell'Immacolata, ma non se l'era sentita di entrare in chiesa tra la gente ben vestita. Don Bosco gli propose di ascoltare la Messa e poi di fare una chiacchierata con lui. Così fu. Il ragazzo si chiamava Bartolomeo Garelli, orfano di entrambi i genitori, era un XXX. “Hai fatto la Prima Comunione? Sai leggere? Sai scrivere? Sai cantare?” lo interrogò amorevolmente don Bosco e “No” fu la risposta a tutte le domande. Allora gli chiese “Sai fischiare?” e accennò un motivetto. Il ragazzo lo guardò stupito e per la prima volta (e chissà da quanto) sorrise. Diventarono amici, gli fece il catechismo, fu il suo primo ambasciatore tra i giovani del quartiere e non scordò mai l'incontro con il prete “che sapeva fischiare”.