I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

I NOSTRI CD

Hic est domus mea

Antifone e canti mariani di Maurizio Palazzo, maestro di cappella della Basilica di Maria Ausiliatrice


Sarà a giorni disponibile, qui a Valdocco, un CD di canti sacri dedicati alla Madonna Ausiliatrice, a cura della casa di produzione discografica Pentagramma di Torino. Il titolo della raccolta (Hic est domus mea - antifone e canti mariani) è altamente evocativo, perché richiama la frase che la Madonna stessa rivolse in sogno a don Bosco, nel 1844, predicendo la futura gloria che si sarebbe espansa a partire dalle sacre mura della chiesa a Lei dedicata: Hic est Domus mea, inde gloria mea.
I brani sono classificabili in due gruppi: antiche antifone (cioè brevi preghiere devozionali messe in musica) mariane (aventi quindi come soggetto di riferimento la Madre di Gesù: Ave Maria, Alma Redemptoris Mater, Ave Regina Angelorum, Salve Regina, Sotto la tua protezione, Virgo Parens).
L'altro gruppo riguarda invece brani il cui testo è poeticamente più libero (innanzitutto l'inno della Basilica, scritto in occasione del 150° anniversario della consacrazione della Basilica, nel 2018: Hic est Domus mea; Immacolata Madre, una ballata strofica in stile rinascimentale, dal carattere fresco e poetico; Kekaritomene, brano dalle inflessioni orientali, ispirato al testo greco dell'Annunciazione; Madre di Dio salvaci, inno liturgico che sintetizza nelle poche righe delle strofe i principali titoli litanici di Maria).
L'autore dei brani (testi, musica e arrangiamenti) è don Maurizio Palazzo, salesiano sacerdote e maestro di cappella della Basilica dal 2016; il CD è stato prodotto da Giorgio Quaglia e dal figlio Stefano (casa discografica Pentagramma di Torino), presso lo studio di Alessandro Gianotti di Trana. Grazie alle splendide voci di Francesca Incardona, Concetta Battiato, Francesca Rosa e Claudio Poggi, con l'ausilio di un complesso cameristico totalmente acustico (Gabriele Leoni, Diana Imbrea, Claudia Bellamino, Gianluigi Guasco, Riccardo Chiarle, Mattia Gallo, Roberto Foglia, Gioele Barbero, Maurizio Palazzo) è stato possibile concretizzare un progetto musicale caldeggiato dal Rettor Maggiore don Angel Artime e dal suo vicario don Francesco Cereda, i quali auspicano la composizione di nuova musica sacra, che rinnovi il repertorio salesiano.
Non è casuale la produzione di canti mariani a partire da Valdocco: il luogo dove Maria ha chiesto a don Bosco di accompagnare i giovani, per renderli degni della gioia che non ha fine, in Paradiso.