I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI 1. L'ultimo degli Hohenstaufen decapitato a Napoli a 16 anni - 14. Altare pagano - 15. Bisogna impararla... e metterla da parte - 16. Delimitano il corso del fiume - 17. È celebre lo Stabat... di Pergolesi - 20. Sono pari nei sintomi - 22. Le seguono le navi - 24. XXX - 27. Viene dopo il bis - 28. La settima preposizione - 29. La capitale dell'Arabia Saudita - 30. XXX - 33. Un romano senza mano! - 34. A te - 35. Un Bennato della canzone (iniz.) - 37. Precede il “... ne va plus” del croupier - 38. I Carabinieri (sigla) - 39. La Geografia della volta celeste - 44. Ci si ormeggia la barca, gavitello - 45. Strada - 46. È noto quello ... musqué - 47. I confini dell'Eritrea - 48. Sacca in pelle per liquidi - 50. Così si pronuncia la chiocciola “@” informatica - 51. Né centrale, né meridionale.


VERTICALI 1. L'architetto della Città delle Arti e delle Scienze di Valencia - 2. Adesso in breve - 3. Collega due pianerottoli - 4. Un sedile situato davanti nell'auto - 5. Il metro degli inglesi - 6. Nota Redazionale (sigla) - 7. Il Redding celebre cantante di musica soul - 8. Frasi memorabili - 9. Sigla di senior - 10. Aggressivo come certi microrganismi o germi - 11. Il Medio durò mille anni - 12. Cercano di raggiungerla gli alpinisti - 13. Lo sono brasiliane e canadesi - 18. Il Ricci di “Striscia” (iniz.) - 19. Lo fondò Enrico Mattei - 21. Un'arma che può sparare raffiche - 23. Un grande cantautore italiano che si tolse la vita durante il Sanremo del '67 - 25. Si augura alzando il bicchiere - 26. Allo stesso modo - 31. Le vocali dei sardi - 32. Dentro - 34. Il centro di Montreal - 36. È bene per i francesi - 40. Si ripetono nella retata - 41. Un famoso Pinkerton - 42. Ottimo a metà - 43. Gatto a Londra - 44. Le ha dispari la boema - 48. La fine degli eroi! - 49. Royal Navy (sigla).


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE

UNA VITA COSTELLATA DI OPERE LUMINOSE

Don Bosco, lo sappiamo, era un uomo dotato di molte qualità aveva una memoria prodigiosa (poteva ripetere parola per parola intere pagine di libri dopo averle lette una sola volta appena), era eccezionalmente intelligente (tanto che il papa Pio IX, non di rado si consultava con lui per esserne consigliato). Era dotato anche di grande sensibilità verso i deboli e gli indifesi, qualità innate in lui che lo portarono a fondare la Società Salesiana di san Giovanni Bosco e la Congregazione femminile delle figlie di Maria Ausiliatrice. Ma tra queste opere, che potremmo dire di rilevanza mondiale, egli compì tante altre azioni minori ma altrettanto utili ed importanti, tra cui il primo contratto di “apprendizzaggio”, più vecchio anche dell'Unità d'Italia. Nella casa dell'oratorio San Francesco di Sales, il giovane apprendista falegname Giuseppe Odasso lo firmò l'8 febbraio 1852, in carta bollata da 40 centesimi, garante don Giovanni Bosco. Conservato nell'archivio della congregazione salesiana insieme con altri contratti, tra cui uno precedente del novembre 1851 ma in carta semplice, obbligava il datore di lavoro a impiegare il giovane lavoratore solo nel suo mestiere e non in servizi estranei alla professione, correggendolo solo a parole senza percosse, rispettandone salute, età, capacità, riposo festivo e i doveri di allievo della casa dell'oratorio. Lo stipendio settimanale doveva essere progressivo nel corso dei due anni di apprendistato. Il giovane si impegnava a comportarsi «come dovere di buon apprendista richiede». Due i garanti per il ragazzo: il padre e il direttore della casa dell'oratorio, ossia don Bosco. Don Bosco venne dichiarato venerabile nel 1907, beato nel 1929 e santo nel giorno di Pasqua del 1934. Il 31 gennaio 1958 Pio XII, su proposta del Ministro del Lavoro, lo ha dichiarato Patrono degli XXX.