I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

Fondazione DON BOSCO NEL MONDO

Restauro della casa di san Domenico Savio

In questa casa di Mondonio il 9 marzo 1857 morì il giovane Domenico Savio. Il primo santo della Congregazione Salesiana. Un giovane che grazie alla guida sapiente di don Bosco divenne “il più bell'abito da donare al signore”.
La Fondazione DON BOSCO NEL MONDO, da sempre legata alla figura del giovane Santo, ha sostenuto i lavori di ristrutturazione e conservazione dell'edificio facendo in modo che questo patrimonio culturale e spirituale possa essere messo al servizio dei pellegrini e dei devoti di tutto il mondo che decidono di recarvisi in preghiera.
L'insegnamento spirituale che san Domenico ha lasciato nel cuore dei giovani rimarrà sempre vivo, il suo impegno e il suo sacrificio nel cercare di perseguire sempre il bene, lo hanno portato ad avere un legame profondo con la Madre Celeste che è sempre accorsa a sostenere il suo piccolo cadetto della “Compagnia dell'Immacolata”.
Il pezzettino di stoffa da lui sapientemente piegato a forma del mantello dell'Immacolata e che mise al collo della mamma gravemente ammalata, è divenuto il simbolo dell'affidamento di preghiere che molte donne rivolgono al giovane santo per richiedere Grazie. La Fondazione DON BOSCO NEL MONDO invia da sempre uno scapolare confezionato sul modello di quello che Domenico Savio mise al collo della mamma a tutti coloro che si trovano in particolari momenti della propria vita e desiderano la sua protezione.

Fondazione DON BOSCO NEL MONDO,
via Marsala n° 42 - 00185 Roma
Tel. +39 06/65612663
Fax +39 06/61612010
www.donbosconelmondo.org