I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

INIZIATIVE

Concerto di Natale in Vaticano

Buon Natale, Palabek!

Educare attraverso un concerto vuol dire raggiungere la persona nella mente, nel cuore e anche nelle mani per dire:
«Che cosa posso fare?».

La XXVI edizione del Concerto di Natale in Vaticano si terrà il 15 dicembre prossimo nell'Aula Paolo VI. L'evento vede coinvolte ancora una volta le missioni salesiane: infatti, uno dei due progetti di solidarietà legati al concerto è quello di “Missioni Don Bosco” di Torino in favore dei rifugiati accolti nel campo profughi di Palabek, in Uganda.
“L'educazione è un concetto trasversale che coinvolge molti linguaggi - ha detto monsignor Zani spiegando il ruolo della Congregazione per l'Educazione Cattolica nel Concerto -. In questo senso la musica, l'arte, lo sport sono strumenti importantissimi perché toccano anche la persona, i sentimenti, la fantasia e così via... L'educazione e i migranti sono il filo rosso dei progetti prescelti per quest'anno: l'idea è “ricostruire il tessuto dell'Iraq”, dopo il crollo del regime di Saddam Hussein e la fine dell'ISIS, e “dare speranza” ai rifugiati dell'Uganda. “Due alternative alla migrazione attraverso l'educazione. L'educazione è un elemento di riscatto e di possibile soluzione e, soprattutto, un'occasione per andare oltre la gestione dell'emergenza, offrendo strumenti concreti per costruire un futuro”, ha aggiunto infatti monsignor Zani.
Da parte sua il sig. Pettenon ha illustrato il progetto dei salesiani in Uganda: “Abbiamo valutato i bisogni che ci sono e, oltre all'assistenza spirituale, perché i profughi sono prevalentemente cristiani, abbiamo individuato la formazione professionale come strumento per poter rispondere al bisogno dei giovani, in cinque settori. Il primo, l'agricoltura perché ad ogni famiglia che arriva in questo campo profughi, l'Uganda offre un piccolo appezzamento di terra da coltivare: insegniamo a fare orticoltura. Il secondo e il terzo sono le costruzioni e la falegnameria, prevalentemente rivolti ai ragazzi, e invece per le ragazze la parrucchiera e la cuoca. Questo vorremmo fare per dare una possibilità di micro-lavoro all'interno di questo campo profughi”.

In onda la sera del 24 dicembre
Il Concerto, pur svolgendosi il 15 dicembre prossimo, verrà mandato in onda in tutto il mondo attraverso la piattaforma di Canale 5 alla sera del 24 dicembre, in prima serata. In quell'occasione verrà ricordata la possibilità di sostenere i due progetti attraverso delle donazioni via sms ad un numero verde attivo per diversi giorni durante le feste natalizie.