I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI 1. Un quadrupede con la gobba - 8. Compose la celebre Cavalcata delle Valchirie - 13. Fa binomio con consumo - 14. Necessità - 16. Cagliari - 17. Preziosi oggetti da museo - 20. Il pollice del piede - 22. Il ... scout che ricerca artisti da lanciare - 23. Abitanti dei boschi della mitologia nordica - 24. L'animale che starnazza - 26. XXX - 30. ... sunt servant per i latini - 31. Quasi afona - 32. Lo sono Giove e Minerva - 33. Le hanno talpe e topi - 35. Il fiume più lungo della Francia - 37. Il battello di appoggio dello yacht - 40. Carlos ... Zafòn autore de L'ombra del vento - 42. L'accademico francese che promosse l'uso medico del tabacco - 44. Autorimessa - 46. Veniva usato come surrogato del caffè - 47. La più grande arteria umana - 48. Articolo per donna - 49. Negazione.


VERTICALI 1. Condottiero - 2. Rappresentanza sindacale aziendale (sigla) - 3. La farina di grano tenero - 4. Il tipo di alcol detto anche spirito - 5. Il luogo dove, anticamente, si riunivano i cittadini - 6. Istituto Bancario Italiano - 7. In noi e in voi - 8. Il primo nome di Mozart - 9. Un ingrediente del pesto - 10. Un bovino africano che vive in grandi branchi - 11. È in prov. di Vibo Valentia - 12. Arma senza uguali - 15. L'albero “piangente” - 17. Un comune del bellunese - 18. Una piccola caramella che rinfresca l'alito - 19. Al centro della cultura - 21. Risuonano nelle valli - 22. Compagnia aerea portoghese (sigla) - 23. Informata, istruita - 25. Iniz. di Einstein - 27. Ci precedono in marcia! - 28. Si abbarbica ai muri - 29. Cupo, tetro - 34. Sebbene - 36. Azione Cattolica dei Ragazzi (sigla) - 38. Da e il - 39. Il Teocoli conduttore e comico - 41. La fine del quiz - 43. “Off-topic”, fuori tema, nel gergo dei web forum (sigla) - 45. I confini del Gabon!


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE

CHE LINGUA PARLAVA DON BOSCO?

All'interrogativo risponderemmo, d'istinto, che il Santo parlasse l'italiano o, secondo il momento e l'interlocutore, il dialetto piemontese. Magari con i ragazzi dell'Oratorio, per comodità e per una “presa” più immediata, il dialetto poteva essere l'idioma da lui preferito mentre, per i rapporti più formali, per i rapporti con gli adulti in genere e per i rapporti epistolari immagineremmo che usasse un italiano in bella forma. Queste, fin qui, le supposizioni ma la realtà, avvallata da resoconti dei contemporanei di don Bosco, da chi l'aveva conosciuto e anche dalla sua sterminata produzione letteraria, ci presenta un quadro molto più articolato e sorprendente di quanto potremmo immaginare. Da piccolo, il nostro Giuanìn, allevato da mamma Margherita imparò il piemontese e, naturalmente, un perfetto italiano che affinò con il tempo e con gli studi. Imparò il latino, lingua con cui si celebrava la Messa, durante gli anni del seminario e studiò anche l'ebraico e il greco. Ed era uno studente così diligente e capace che don Cafasso, amico di don Bosco e attuale patrono dei carcerati, lo propose come ripetitore di greco al Convitto dei gesuiti di Montaldo. Conosceva bene anche il francese, come ci documentano le sue lettere, considerato che Nizza e la Savoia fecero parte del Regno di Sardegna fino al 1860 e che era terminata da poco l'epopea napoleonica. Ma non finisce qui, nel suo cuore albergava lo spirito del missionario e il desiderio di intraprendere viaggi in terre lontane lo spinse a imparare, da autodidatta, i rudimenti dello spagnolo e dell'inglese. Infine, imparò XXX quasi per necessità, visto che l'Impero d'Austria teneva in pugno parte della penisola italiana. Nessuno dei sacerdoti conosceva il tedesco per cui, come aveva fatto in tante occasioni, egli stesso rimediò alla lacuna: 20 lire per 16 lezioni e don Bosco cominciò a confessare in tedesco!