I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

I NOSTRI SANTI

A CURA DI PIERLUIGI CAMERONI, postulatore generale - postulazione@sdb.org

Coloro che ricevessero grazie o favori per intercessione dei nostri beati, venerabili e servi di Dio, sono pregati di segnalarlo a postulazione@sdb.org

IL SANTO DEL MESE
Nei mesi di luglio-agosto preghiamo per la canonizzazione dei beati giovani dell'oratorio di Poznan (Polonia), di cui ricorre il 75° di martirio
“I cinque di Poznan” sono stati chiamati così, come se fossero una persona sola, perché giovani poco più che ventenni, vissero insieme uniti nell'Oratorio Salesiano di Poznan e insieme offrirono il sacrificio della loro vita il 24 agosto del 1942, giorno dedicato al ricordo di Maria Ausiliatrice. I loro carnefici li vollero uniti anche nella morte e ne stroncarono la giovane vita sotto la mannaia della ghigliottina, pur essendo in cinque erano un cuor solo nell'amore per Dio e per i fratelli; all'Oratorio avevano ricevuto la stessa formazione e cominciato ad affrontare i più impegnativi ideali della loro vocazione cristiana. Esuberanti nella loro giovinezza, uniti da una fraterna amicizia, animati dalla Grazia di Dio, portarono nelle celle buie del carcere, il sereno clima dell'Oratorio Salesiano, che era nel loro spirito. Contro di loro vennero imbastite false accuse di aver promosso il tradimento di Stato. Travolti loro malgrado dall'odio scatenato dalla guerra ed invasione nazista, furono arrestati tutti nel settembre del 1940, sottoposti a processi senza prove. Per i nazisti la loro condanna a morte doveva essere una durissima lezione per il popolo polacco oppresso; pertanto scelsero come mezzo di esecuzione la ghigliottina, da tempo non più usata, piazzandola nel cortile della prigione del carcere di Dresda. Un'ora prima dell'esecuzione fu permesso loro di scrivere una lettera di commiato alla propria famiglia e queste lettere, poi raccolte e conservate, provano con quale spirito seppero morire i cinque giovani.
I loro nomi che splendono nell'albo dei Beati sono:
1) Czeslaw Józwiak, nato il 7 settembre 1919
2) Edward Klinik nato il 21 giugno 1919
3) Franciszek Keşy nato il 13 novembre 1920
4) Jarogniew Wojciechowski nato il 5 novembre 1922
5) Edward Kazmierscki nato il 1° ottobre 1919.
Si riporta un brano dell'ultima lettera ai famigliari di Franciszek Keşy: “Miei carissimi genitori e fratelli! È venuto il momento dell'addio detto a voi, e proprio oggi il 24 agosto, nel giorno di Maria Ausiliatrice. Quale gioia per me che sto uscendo da questo mondo e così come dovrebbe morire ciascuno. Sono stato un momento fa alla santissima confessione e fra poco mi rinforzerò con il Santissimo Sacramento. Dio buono mi porterà da sé. Non mi pento che così giovane esco da questo mondo...”.

PREGHIERA

O Dio, che hai concesso ai Beati Francesco [Keşy] e compagni martiri,
la grazia della santità nel tempo della giovinezza;
rinnova i prodigi del tuo Spirito
perché anche noi affrontiamo, per tuo amore, ogni avversità,
e camminiamo con entusiasmo incontro a te, che sei la vera vita.
Ti supplichiamo di voler glorificare questi tuoi servi
e di concederci, per loro intercessione, la grazia che ti chiediamo...
Per Cristo nostro Signore. Amen.

RINGRAZIANO
Ringrazio di cuore Mamma Margherita per la sua preziosa intercessione in favore della mia salute, la quale, come risulta dagli esami clinici fatti, volge decisamente al positivo. Ho ancora bisogno del soccorso della venerabile Mamma Margherita per i miei figli, e per la positiva soluzione di altre situazioni. Anche mio marito è solidale con me nel ringraziare la venerabile Margherita Occhiena, che tanto vorrei onorare al più presto come beata.
Mastrandrea Maria Ausilia (CT)

Non smetterò mai di ringraziare Maria Ausiliatrice, don Bosco e san Domenico Savio per aver protetto il mio nipotino di sei mesi, durante un intervento al cuore. Le suore Figlie di Maria Ausiliatrice, delle quali sono exallieva, hanno pregato e raccomandato il bambino all'intercessione della beata Maddalena Morano, il cui corpo è venerato nella cappella di Maria Ausiliatrice in Alì Terme (Messina). Sono molto grata alla beata Morano poiché il mio nipotino ora gode di ottima salute e dai controlli eseguiti risulta che l'intervento al cuore è riuscito perfettamente.
Di Bella Rita-Alì Terme (ME)

Agli inizi del 2017 mi sono accorto di un neo cresciuto sul braccio velocemente. Subito andai dal dermatologo che mi disse che era da asportare. La settimana seguente mi venne tolto ambulatorialmente. Sembrava una cosa da nulla invece dall'esame istologico risultò essere un melanoma maligno in fase di crescita rapida. Subito con fede abbiamo iniziato la novena alla venerabile Mamma Margherita insieme a tante famiglie dell'ADMA Primaria di Torino e a tanti amici. Qualche settimana dopo sono stato sottoposto a una seconda operazione per asportare più tessuto e i linfonodi sentinella. Risultato: non ci sono metastasi e linfonodi da nessuna parte. Grazie a Mamma Margherita e a tutti quelli che hanno pregato con noi.
Gian Paolo e Liliana dell'ADMA di Torino

CRONACA DELLA POSTULAZIONE
Il 4 aprile 2017, nel corso del Congresso peculiare dei Consultori Teologi presso la Congregazione delle Cause dei Santi, è stato dato parere positivo con nove voti affermativi in merito alla fama di santità e all'esercizio delle virtù eroiche del servo di Dio Elia Comini (1910-1944), della Società di san Francesco di Sales.