I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

INIZIATIVE

A cura di MARCELLA ORSINI - FONDAZIONE DON BOSCO NEL MONDO

Il sangue dei bambini nei nostri cellulari

La XXV Edizione del Concerto di Natale, organizzato dalla Fondazione don Bosco nel mondo, che andrà in onda su Canale 5 la sera della Vigilia, ha come obiettivo di liberare dallo sfruttamento 4000 bambini e adolescenti del Congo.

In Congo, una guerra crudele ha generato milioni di rifugiati e la violazione dei diritti umani fondamentali anche di bambini e ragazzi, molti dei quali finiti nella morsa dello sfruttamento e della violenza.
Insieme a ex agricoltori e allevatori, sfollati e altre componenti della popolazione più vulnerabile, vengono utilizzati per l'estrazione di oro e altri minerali, come il coltan che serve alla produzione dei cellulari. I bambini lavorano sotto il rigido controllo militare, sotto minaccia e con nessuna protezione per le mani e le vie respiratorie, in un vero e proprio stato di schiavitù.
Si stima che ogni chilo di coltan estratto costi la vita a due bambini. Causa della morte sono le frequenti frane. I bambini “reclutati” per questa forma di sfruttamento estremo abbandonano la scuola, vivono nelle aree boschive e sono esposti a qualsiasi violenza e privazione.
Nel Nord Kivu, Sud Kivu e Katanga i Salesiani di don Bosco offrono la loro opera missionaria nella lotta allo sfruttamento del lavoro minorile. Quest'anno la Fondazione don Bosco nel mondo affiancherà i Salesiani dello Stato africano con la realizzazione del progetto “Lotta allo sfruttamento dei bambini lavoratori nelle miniere della Repubblica Democratica del Congo Orientale”.
Il progetto è legato alla XXV Edizione del Concerto di Natale che andrà in onda su Canale 5 la sera della Vigilia, e intende raggiungere tra beneficiari diretti e indiretti 4000 bambini e adolescenti attraverso accoglienza, istruzione, formazione professionale e riabilitazione all'interno dei centri salesiani.