I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

I NOSTRI SANTI

A CURA DI PIERLUIGI CAMERONI, postulatore generale - postulazione@sdb.org

Coloro che ricevessero grazie o favori per intercessione dei nostri beati, venerabili e servi di Dio, sono pregati di segnalarlo a postulazione@sdb.org

IL SANTO DEL MESE
In questo mese di gennaio preghiamo la Venerabile Laura Meozzi, Figlia di Maria Ausiliatrice.
Nasce a Firenze il 5 gennaio 1873. La famiglia, nobile e agiata, si trasferisce presto a Roma, dove Laura compie gli studi di medicina. Quando il direttore spirituale, un salesiano, le dice che Dio la chiama tra le suore di don Bosco, passa notti intere in preghiera. Divenuta Figlia di Maria Ausiliatrice nel 1898, lavorò soprattutto in Sicilia fino al 1921, quando fu scelta a coordinare il gruppo delle prime suore salesiane inviate in Polonia. Specialmente durante le vicende e le miserie dell'ultima guerra, la “piccola madre” visse tutta una storia di coraggio e di amore. La sua attività fu incessante. Pur nella povertà estrema seppe aprire case per ogni esigenza: iniziò con alloggi per bambini orfani e abbandonati; poi le ragazze, le scuole, i laboratori, le postulanti, le novizie, le suore; poi i rifugiati, i perseguitati, gli ammalati, i profughi... Madre Laura riusciva a dare conforto a tutti. Nello stesso tempo pregava e soffriva. Visse la lunga agonia e il martirio della Polonia negli anni 1938-1945. A chi le domandava: “Non ha nostalgia dell'Italia?” rispondeva: “Io ho due patrie: l'Italia e la Polonia; e non so dire quale amo di più”. Da Wilno dovettero partire le suore e 104 ragazzi, con un treno speciale: ma, nascosti, vi erano molti non autorizzati. Madre Laura aveva detto sì a tutti! L'ispettrice era preoccupata, poteva essere la fucilazione. “Non tema, io pregherò”. Il viaggio - durato 16 giorni - ebbe esito positivo, ma solo per un vero miracolo. Finita la guerra, si dovettero abbandonare i territori divenuti repubbliche sovietiche e ricominciare tutto da capo. Madre Laura iniziò di nuovo: riaprì ben 12 case. A Pogrzebien, in un vecchio castello che era servito ai tedeschi per annientare donne e bambini, rinacque il noviziato; ovunque ritornò il vigore, la gioia, il sorriso. Ma ormai Madre Laura si sentiva sempre più affaticata. Assistita dalle suore e sostenuta dalle preghiere di tutti, vi morirà il 30 agosto 1951. La sua salma si trova a Pogrzebien. Il processo sulla vita e le virtù della Serva di Dio suor Laura Meozzi si celebrò in Polonia, nella Diocesi di Katowice negli anni 1986-1994. Il papa Benedetto XVI la dichiarò Venerabile il 27 giugno 2011.

PREGHIERA

O Dio Padre,
tu hai colmato di bontà il cuore della tua figlia,
la Venerabile Laura Meozzi,
che consumò la vita nell'assistere gli orfani,
nel consolare gli afflitti e nel soccorrere i bisognosi.
Affretta, te ne preghiamo, l'ora della sua beatificazione
e concedi a noi,
che ci affidiamo con fede alla sua intercessione,
le grazie che umilmente ti domandiamo.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

Ringraziano

Desidero ringraziare pubblicamente san Domenico Savio per la sua protezione e per la grazia ricevuta in occasione della nascita di Domenico mio figlio, nato il 10 settembre 2014. Sentendomi protetta da san Domenico Savio continuerò a pregarlo.
Jessica Florovito (RE)

Ringrazio, come promesso, la beata Alexandrina Maria da Costa e la beata Eusebia Palombino. Ho vissuto complessivamente sette mesi in quattro diversi ospedali. Cure diverse, comprese l'agopuntura, infiltrazioni peridurali e altro. Sono seguite due diverse operazioni in tre mesi: una alla spina dorsale e una all'anca. Situazioni definite dal chirurgo “schifosissime”. Diverse furono le complicazioni: allucinazioni da anestesia, emorragie, cistite e micosi e quant'altro. Sono guarito bene, malgrado l'età, e ringrazio con tutto il cuore.
Don Dario Superina - salesiano