I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI 1. Un imperatore romano ricordato da famose terme - 9. Gli fu fatale un iceberg - 16. I primissimi uomini - 17. Attiva come un'ape - 18. Breve appunto - 19. Il più lungo fiume spagnolo - 21. Il verso della cornacchia - 22. Prefisso che moltiplica per tre - 23. Il nome di Boito, compositore del Mefistofele - 25. Ha 20 regioni - 28. Governa assiso sul trono - 29. XXX - 31. Nuovo Testamento - 32. Avellino - 33. Le parti di un edificio a livello della strada - 34. Vi si consumano caffè e cornetti - 35. Zingari - 37. Picchiare brutalmente - 38. Dolore muscolare - 40. Raganella - 41. La fine del viaggio - 42. Il ..., capitale sul Nilo - 44. Le hanno


VERTICALI 1. Chi non è favorevole - 2. Le “cure” della mamma premurosa - 3. Cerimonie del culto - 4. La parità nelle ricette - 5. A noi - 6. Combaciare - 7. Mantenersi sospeso in aria - 8. Una particolare lampada ad incandescenza - 9. La sigla della tisi - 10. In una tragedia dannunziana ne è la figlia - 11. Ristorante alla buona - 12. Agio senza pari - 13. Il Natale per i francesi - 14. Lo scrittore Silone (iniz.) - 15. Il Santiago famoso autore di moderne architetture organiche - 20. Tornato a nuova vita - 23. Millenaria città siriana - 24. Attraversa la Repubblica Ceca, la Germania e la Polonia per poi sfociare nel Baltico - 26. Al... al plurale - 27. Precedette l'INPS - 29. Gran Turismo - 30. Si conta sull'ultimo dito - 34. È bene metterli avanti e non dietro il carro! - 36. Esprime dubbio - 39. È certo al centro - 43. Un po' di attenzione.


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE

IL SANTO E TANTE PICCOLE STORIE

Don Bosco, al pari di sua madre, mamma Margherita, aveva un carattere allegro e pratico, ed era molto saggio e assennato. Quando si prefissava un obiettivo lo raggiungeva con la tenacia, e se non poteva raggiungerlo allora gettava il seme della sua sapienza raccontando a chi gli stava vicino le sue famose storie e XXX. Ne ha riportati tantissimi nei suoi scritti e altrettanti ne hanno scritti i suoi contemporanei. Ecco qualche perla della sua vita. Un giorno due signori chiesero a don Bosco, con un po' di insistenza, dei numeri del lotto. Il Santo, non poté fare a meno di rispondere così: “Ebbene, giocate questi numeri: 10-5-14”. Quelli, contenti, fecero per andarsene, ma don Bosco soggiunse: “Non ne volete la spiegazione? Altrimenti non saprete giocarli”. “Ce la dia, dunque” dissero quelle persone e don Bosco: “Il numero 10 sono i dieci comandamenti, il numero 5 i cinque precetti della Chiesa e il numero 14 le quattordici opere di misericordia. Giocateli e farete fortuna”. Ogni volta che gli capitava di incontrarsi con qualche suo allievo o conoscente che, per trascuratezza o per inavvertenza, non lo salutava, gli diceva (come faceva san Filippo Neri): “Amico, perché quel chiodo sul cappello?”. L'amico prendeva in mano il cappello, e girandolo e rigirandolo, rispondeva alquanto smarrito “Quale chiodo?”. Il Santo, sorridente e buono: “Scusa, sai! Mi pareva di vedere un chiodo che ti fermasse il cappello, perché, passando, non mi salutavi”. Tanto bastava per accattivarsi la benevolenza di tutti perché tutti, passandogli innanzi, lo salutassero con premura, affinché non si vedesse il “chiodo” sul cappello. Interrogato su come riuscisse a farsela con tutti, nobili e signori, parlamentari e re, rispose: “Guardate, miei cari, io non avrei difficoltà a fare di cappello al diavolo, purché mi lasciasse passare per andare a salvare un'anima”.