I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

I NOSTRI SANTI

A CURA DI PIERLUIGI CAMERONI, postulatore generale - postulazione@sdb.org

Coloro che ricevessero grazie o favori per intercessione dei nostri beati, venerabili e servi di Dio, sono pregati di segnalarlo a postulazione@sdb.org

IL SANTO DEL MESE
In questo mese di ottobre preghiamo per la beatificazione della venerabile Laura Meozzi, Figlia di Maria Ausiliatrice

Nata a Firenze il 5 gennaio 1873 da una agiata famiglia, che qualche anno dopo, a motivo di difficoltà amministrative, dovette trasferirsi a Roma. Qui Laura frequentò i corsi scolastici nel collegio delle Suore di Santa Dorotea. In quegli anni divenne chiara in lei la chiamata del Signore alla vita consacrata, così che, superati alcuni ostacoli familiari, nel 1896, iniziò il suo cammino formativo presso l'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.
Dopo aver emesso i voti religiosi, suor Laura svolse una intensa attività come insegnante, molto apprezzata soprattutto per uno spiccato senso di maternità fra le alunne dei collegi e fra le giovani dei ceti popolari che affollavano gli oratori, i laboratori e le varie forme di aggregazione che la sua sollecitudine andava organizzando. Per le suore, insegnanti e non, riservava i tesori del suo innato tatto formativo e della sua esperienza didattica e spesso le ammoniva: «Siate prima madri, poi insegnanti».
Nel 1922 in occasione del Capitolo generale dell'Istituto, si decise un programma di nuova espansione missionaria. Suor Laura, alla soglia dei cinquant'anni, fu inviata a guidare la prima comunità in terra polacca: a Różanystok. Dietro invito del Vescovo di Wilno, nel 1924, la comunità religiosa iniziò a prendersi cura anche di ragazze con particolari problemi sociali e caratteriali. Si aggiunsero, nel corso degli anni, un collegio per studenti, diverse scuole, corsi di taglio e confezioni per le adolescenti, un grande oratorio per la collaborazione con le attività parrocchiali, il primo noviziato a Różanystok.
«Amare e cercare solo Gesù vivere e lavorare solo per Lui» era il suo programma spirituale: e in questa comunione con il Signore ella visse una costante pratica delle virtù e dei consigli evangelici.
Nel 1931 tutte le comunità costituite in Polonia furono erette in Visitatoria. Ma sopraggiunse la seconda guerra mondiale che, tra l'altro, comportò l'occupazione tedesca e poi sovietica delle case del centro-sud. Suor Laura, rinunciando a tornare in Italia, decise di rimanere accanto alle sue figlie polacche e di condividerne rischi e sofferenze. Al termine del conflitto iniziò l'opera di ricomposizione delle varie comunità, con sistemazioni di fortuna, attraverso il ricupero di quanto era rimasto delle case un tempo avviate e dando nuovo impulso all'opera di ricostruzione materiale e morale della popolazione. In un definitivo atto di fiducioso abbandono consumò la sua offerta al Signore, alle cui mani misericordiose consegnò il suo spirito la notte del 30 agosto 1951.
Il 27 giugno 2011 papa Benedetto XVI l'ha dichiarata venerabile.

PREGHIERA

O Dio Padre,
tu hai colmato di bontà il cuore della tua figlia,
la Venerabile Laura Meozzi,
che consumò la vita nell'assistere gli orfani,
nel consolare gli afflitti e nel soccorrere i bisognosi.
Affretta, te ne preghiamo, l'ora della sua beatificazione
e concedi a noi, che ci affidiamo con fede alla sua intercessione,
le grazie che umilmente ti domandiamo.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Ringraziano

Desidero comunicare una grazia che ho ricevuto, per l'intercessione di san Giovanni Bosco e san Domenico Savio, che ho invocato come miei protettori e che hanno esaudito le mie preghiere.
Cantoni Silvia-Livigno (SO)

Il 28 settembre 2015 si è avverato il mio desiderio più grande e per cui ho tanto sofferto, pregato e sperato: la nascita di Gemma, una bambina sana, piena di gioia di vivere e sempre sorridente. Ringrazio san Domenico Savio per aver ascoltato le nostre preghiere.
Lara e Nicola-Recoaro Terme (VI)

Vorrei poter ringraziare san Domenico Savio per la grazia che ha concesso a me e mio marito, dopo una novena, di ricevere il dono della maternità/paternità. Con sincera gratitudine.
Ele e Emmanuel

Non smetteremo mai di ringraziare san Domenico Savio, san Giovanni Bosco e Maria Ausiliatrice per aver protetto ed interceduto per la guarigione del nostro bambino durante la gravidanza. Il riscontro di una translucenza nucale elevatissima che faceva ipotizzare malattie gravissime e la diagnosi di un idrotorace che avrebbe compromesso la formazione del polmone del bambino ci hanno gettato nel panico e nello sconforto. Solo la preghiera e il rifugio in Maria ci hanno salvato. L'idrotorace si è riassorbito rapidamente e, a fine gestazione, è nato Mauro Domenico Savio, un dono meraviglioso.
Margherita, Luciano Ippolito e Mauro Domenichino

Ringrazio S. Maria Domenica Mazzarello per una grande grazia ricevuta.
Giuseppina Pisoni-Busto A.