I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

I NOSTRI SANTI

A CURA DI PIERLUIGI CAMERONI, postulatore generale - postulazione@sdb.org

Coloro che ricevessero grazie o favori per intercessione dei nostri beati, venerabili e servi di Dio, sono pregati di segnalarlo a postulazione@sdb.org

IL SANTO DEL MESE
In questo mese di settembre preghiamo per la beatificazione del venerabile Rodolfo Komorek, salesiano missionario.
Il venerabile don Rodolfo Komorek nacque l'11 agosto 1890 a Bielsko (Polonia). Fu sacerdote nella diocesi di Breslavia. Durante la guerra 1914-18 fu cappellano militare in ospedale e al fronte. Fatto prigioniero a Trento dagli italiani, poté maturare la sua vocazione alla vita religiosa nella Congregazione salesiana dove entrò per il noviziato nel 1922. Aspirava a essere missionario; nell'ottobre del 1924 venne destinato al Brasile, non però tra gli indigeni come avrebbe desiderato, ma per la cura pastorale dei polacchi emigrati. Si distinse come evangelizzatore e confessore d'eccezione. Lo chiamavano “Il padre santo”. Dicevano di lui: “Non fu mai visto un uomo pregare tanto”. Passò per varie parrocchie e comunità salesiane. San José dos Campos fu l'ultima tappa dei suoi 25 anni di missione, senza ritorni in patria. Fu lieto di dare a Dio, con generosità, fino all'ultimo, i respiri dei suoi polmoni ammalati. Passò gli ultimi giorni in continua preghiera. Morì a 59 anni. È stato dichiarato Venerabile il 6 aprile 1995.

PREGHIERA

Glorifica, Signore, il tuo servo,
il Venerabile padre Rodolfo Komorek,
che durante la vita, per tuo amore,
s'immolò per il bene del prossimo,
soprattutto per i poveri e per i sofferenti,
lasciandoci ammirabili esempi di povertà,
penitenza e umiltà.
Concedimi, per sua intercessione,
la grazia che ti chiedo.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Ringraziano

Il 4 marzo 2007, mio figlio Giuliano Cavaglià, in fin di vita a causa di una grave malattia, ha recitato con me 3 Ave Maria invocando Mamma Margherita e Maria Ausiliatrice e, quando il polso non c'era già più, si è ripreso. Nel mese successivo ha avuto la possibilità di ricevere tutti i sacramenti, fare la comunione ogni giorno ed il 10 aprile è volato serenamente in cielo, cosa che non sarebbe avvenuta senza l'assistenza continua della brava Mamma Margherita che lo ha accompagnato e gli ha detto in piemontese: “Ti aspetto a Capriglio con Giovannino”.
Anna Maria Navone - Chieri

Voglio lodare e ringraziare il Signore, perché attraverso l'intercessione di san Domenico Savio ha esaudito le nostre preghiere. Era un nostro grande desiderio avere dei figli, ma alcuni anni fa ho scoperto di avere dei miomi uterini che avrebbero potuto creare grossi problemi. Per cui nel 2010 ho deciso di ricorrere a un intervento per rimuovere i miomi. Nel frattempo passavano i mesi e il figlio non arrivava. Mia madre venuta a conoscenza del grande potere d'intercessione di san Domenico Savio mi consigliò di farmi inviare il libretto con l'abitino, cosa che feci con un po' di scetticismo. Sempre piena di dubbi ho iniziato a pregare il Santo, ed anche nei momenti di grande sfiducia non ho mai smesso. All'epoca io e mio marito eravamo conviventi e maturammo l'idea di sposarci. Chiesi al parroco se nella lista dei Santi da invocare durante la celebrazione del matrimonio potevo inserire Domenico Savio, e così feci. E il Signore ha voluto benedire la nostra unione con il più bel regalo che io abbia mai potuto ricevere. Nonostante gli esiti delle visite e i momenti di sfiducia è nato Elia, un bimbo sano e bellissimo. Anche la mia gravidanza è stata serena e senza problemi. E per questo lodo e ringrazio ogni giorno Dio e san Domenico Savio.
Costanza Longo - Pioltello

Ghianda Anna con il marito ringrazia san Domenico Savio per la nascita il 22 luglio 2014 della secondogenita Maria Rosa Elisabetta.

Mario Stagnitti e Mariangela Masuzzo ringraziano san Domenico Savio per la figlia Melissa che ha superato una situazione difficile di salute e per la nascita del piccolo Francesco.

CRONACA DELLA POSTULAZIONE

Il 3 giugno 2015 è stata consegnata alla Cancelleria della Congregazione delle Cause dei Santi la “Positio super martyrio” del Servo di Dio Titus Zeman (1915-1969), salesiano slovacco, martire delle vocazioni.