I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

FINO AI CONFINI DEL MONDO

A CURA DELL'ANS - www.infoans.org

PERÙ. Un progetto contro la cecità

Yakuam è un progetto ideato dalla Fundación Don Bosco, diretta da don Raúl Acuña Gallo, con l'appoggio del Viceministro della Sanità del Perù, per combattere una malattia che causa cecità tra gli indigeni delle missioni salesiane di San Lorenzo e Kutyunsa.
Un gruppo di medici si è recato nelle missioni apportando le cure necessarie per la salute oftalmologica a 200 persone. Inoltre sono state effettuate le analisi a oltre 145 persone per trovare un trattamento efficace contro questa malattia e i risultati sono stati inviati ai rappresentanti del Viceministro della Sanità.
I missionari salesiani hanno ringraziato i medici che hanno reso possibile la missione umanitaria e solidale: Dr. George W. Pfohl, Dr. David Norman Johnson, Dr. Louis John De Carlo e il Sig. Daniel Koupermann.

INDIA. Campo per i ragazzi con dipendenze

Il “DB Jananam”, il servizio di Pastorale salesiana per il contrasto delle dipendenze, elaborato dall'Ispettoria di India-Tiruchy, ha organizzato un campo di cura e accompagnamento per adolescenti con problemi di dipendenze da sostanze. I ragazzi hanno avuto bisogno di una grande attenzione individuale, sono risultati dipendenti da sostanze da inalazione e hanno manifestato più dipendenze, arrivando fino a un massimo di 5. Tutti hanno abbandonato la scuola e fatto esperienza del lavoro minorile.
Il programma è stato organizzato in un ospedale vero e proprio con uno psichiatra e un consulente per le riabilitazioni. I ragazzi hanno risposto bene alle cure e mostrato di essere sulla buona strada per una completa riabilitazione.

ZAMBIA. Scarpe nuove dagli Stati Uniti per i bambini dello Zambia

“I Salesiani nello Zambia lavorano con i bambini poveri e le loro famiglie, fornendo istruzione e programmi sociali. Avere delle scarpe adeguate da indossare è importante per il benessere complessivo e la salute degli allievi” afferma don Mark Hyde, responsabile della Procura Missionaria Salesiana di New Rochelle, commentando una donazione di scarpe organizzata dagli studenti della scuola “San Francesco d'Assisi” in New Jersey, USA, a favore dei bambini dell'opera salesiana “City of Hope” di Lusaka, Zambia.
La raccolta di scarpe è stata ispirata da Robert, uno studente di 9 anni della scuola “San Francesco d'Assisi” la sua idea è poi stata appoggiata dall'intera classe e indirizzata a beneficiare i giovani dello Zambia - un paese in cui il 64% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà (percentuale che nelle zone rurali arriva all'80%, secondo l'UNICEF).
L'opera beneficiaria, denominata “City of Hope” (Città della Speranza), è una casa salesiana volta ad aiutare quanti vivono nella più dura povertà all'interno della capitale dello Zambia, Lusaka. La stragrande maggioranza degli allievi che frequentano i suoi programmi educativi sono bambini che hanno subito abusi o vivono per strada e sono vittime del traffico di minori.

REP. DEMOCRATICA DEL CONGO. Il Centro Don Bosco Ngangi di Goma: dare sempre di più

Avviato nel 1988 come oratorio e divenuto sede di un'opera salesiana vera e propria nel 1997, il Centro Don Bosco Ngangi (DBNG), a Goma, è un'opera tra le più ricche e variegate della Congregazione Salesiana. In passato più volte ha dovuto interrompere le tradizionali attività per accogliere sfollati a causa delle calamità naturali (come l'eruzione del vulcano Nyragongo, nel 2002) o per dare rifugio alla popolazione in fuga dalla guerra. Nell'ultimo anno, fortunatamente pacifico e privo di calamità, ha potuto svolgere a pieno regime i suoi numerosissimi programmi.
Questi i numeri del DBNG, nel dettaglio: 115 bambini da 0 a 6 anni orfani, abbandonati, malnutriti; 67 bambini di strada dai 7 ai 13 anni; 145 bambini maschi tra i 9 e i 14 anni in condizione di estrema vulnerabilità (ex bimbi soldati, accusati di stregoneria, rifiutati, vittime di AIDS, violenza) 28 ragazze vulnerabili (ragazze madri, vittime di violenza, a rischio) 3243 allievi delle varie classi scolastiche (materna, primaria, media, professionale), che ricevono tutti un pasto quotidiano.

ROMA. “Don Bosco Oggi”. Un libro intervista al Rettor Maggiore

“Romana Editorial” e “Libreria Editrice Vaticana” presentano l'opera “Don Bosco hoy” (“Don Bosco oggi”, nella versione italiana), in occasione delle celebrazioni del Bicentenario della nascita di don Bosco. Il libro raccoglie la lunga intervista del giornalista ángel Expósito al Rettor Maggiore, don ángel Fernández Artime. Nei 12 capitoli sono trattati temi quali immigrazione, nuove tecnologie, politica internazionale, economia, sviluppo e sottosviluppo, parità tra uomini e donne, fondamentalismo religioso... Che cosa farebbe oggi don Bosco davanti a tutto ciò? Ogni capitolo inizia con una serie di domande al Rettor Maggiore, cui segue una scheda di approfondimento realizzata da un esperto.

CILE. La Famiglia Salesiana per la comunità di Copiapó

Nella scuola professionale salesiana di Kep City, grazie alla guida di due professionisti dei media, è stato realizzato un documentario dal titolo "Where do you come from?" (Da dove vieni?), che presenta una giornata tipo dell'istituto salesiano dedicato ai giovani più poveri del paese.
La vita del centro salesiano è descritta nei dettagli, attraverso immagini di alta qualità grafica e visiva e testimonianze dirette dei giovani allievi: dalla sveglia alle 5,30 del mattino, fino al tempo libero della sera dopo la cena, passando per le lezioni mattutine e pomeridiane, il tempo libero e lo sport e un tour virtuale tra le varie sezioni dell'istituto; oltre ai corsi di comunicazione ci sono anche laboratori di agraria e cucito che offrono altre competenze agli allievi e aiutano ad abbattere i costi di sostentamento della comunità scolastica, formata da oltre 300 allievi.
L'obiettivo è anche quello di rendere capaci i giovani cambogiani di utilizzare i media per contribuire allo sviluppo del paese, rafforzando la cultura della partecipazione e della democrazia.
Attualmente alcuni exallievi del centro lavorano per TV, radio, giornali e media digitali.