I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI 1. Ha piene facoltà di trattare e concludere accordi - 15. Il Pierino che faceva parte della Valanga Azzurra - 16. Bianco come l'avorio - 17. I cotton per l'igiene personale - 18. Il diritto dei romani - 21. Ass. Naz. Carabinieri - 22. Le vocali in corsa - 23. Via a Parigi - 25. Indifferente a tutto - 29. In Belgio e in Svezia - 30. XXX - 32. Avanti Cristo - 34. Sosteneva il braciere olimpico - 35. Ha controllato molte imprese pubbliche fino al 2000 - 36. Il fine settimana all'inglese (abbr.) - 37. Luoghi d'origine - 40. Flauto con più canne di lunghezza diversa - 41. Un gas nobile nelle lampade - 42. Un'arma così non può sparare - 46. Il Samuel inventore della rivoltella - 47. Far qualcosa senza averne piena coscienza


VERTICALI 1. La punta della nave - 2. Precede Angeles o Alamos - 3. Le iniziali di Scola, il regista - 4. La fine delle bugie - 5. Centralino telefonico aziendale (sigla) - 6. In mezzo alla troupe - 7. Essere in apprensione - 8. La sigla di Enna - 9. La dea egizia corrispondente a Diana - 10. Sono pari in ozio - 11. La bella Falchi (iniz.) - 12. Cattiva, malvagia - 13. Atomo elettrizzato - 14. S'imporpora al tramonto - 15. Uno degli evangelisti - 19. È opposto a dentro - 20. La sua foglia è nella bandiera del Canada - 23. Comune del Cilento - 24. È stata una storica etichetta discografica - 25. Le prime dell'adolescente! - 26. La bevanda con arancia, carota e limone - 27. Tre romani - 28. Carte di valore a scopa - 31. Non lucida - 33. Fu contesa durante lo sbarco in Normandia - 36. Il nome di Disney - 38. Un colpo alla porta - 39. Risponde fra i monti - 40. Programma Operativo Nazionale - 42. Famigerate milizie naziste (sigla) - 43. Ascoli Piceno - 44. La metà di VIII - 45. Il Capp fumettista - 46. Ai bordi del canale.


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE

UNA CHIESA ANTICA E PREFERITA

Quando il fratellastro Antonio si sistemò sposandosi e andando a vivere per proprio conto, Giovannino Bosco poté finalmente tornare a casa dall'"esilio" passato a Moncucco Torinese presso la famiglia Moglia, senza più temere i modi maneschi e l'avversione malcelata nei suoi confronti. Era il 1831 e il futuro don Bosco, che aveva 16 anni, decise di andare a Chieri per proseguire gli studi. L'estate successiva la passò al Sussambrino, una cascina che il fratello Giuseppe aveva preso a mezzadria, e infine si stabilì a pensione presso la casa di Lucia Matta. Fu in quel periodo che, tra un libro e l'altro, pur di non restare con le mani in mano praticò anche i mestieri di sarto e di fabbro, e sempre in quel periodo Giovannino prese a frequentare assiduamente la chiesa collegiata di Santa Maria della Scala, da tutti conosciuta come il XXX. Questa, per Giovanni Bosco, era la preferita tra le molte chiese della città ed egli vi si recava ogni mattina e ogni sera a pregare la Madonna delle Grazie. Qui, inoltre, preparava al corso di latino il sacrestano Carlo Palazzolo che desiderava diventare sacerdote. Continuò a frequentarla durante gli anni del seminario per le funzioni e per il catechismo ai giovani e nel 1841 vi celebrò la sua quarta messa. La chiesa sorge su un sito di epoca romana dove si praticava il culto della dea Minerva e su questo venne costruita una chiesa dedicata alla Vergine. Una nuova chiesa dedicata a Santa Maria venne costruita in forme romaniche per volere del vescovo di Torino Landolfo, nel 1037. Successivamente, a partire dal 1405, la chiesa gotica venne completamente ricostruita nelle forme attuali e consacrata nel 1437. La qualifica di "duomo" le è attribuita tuttavia solo grazie alle imponenti dimensioni in quanto Chieri non è mai stata sede vescovile.