I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

I NOSTRI SANTI

A CURA DI PIERLUIGI CAMERONI, postulatore generale - postulazione@sdb.org

Coloro che ricevessero grazie o favori per intercessione dei nostri beati, venerabili e servi di Dio, sono pregati di segnalarlo a postulazione@sdb.org

IL SANTO DEL MESE
In questo mese di aprile preghiamo il beato don Filippo Rinaldi, salesiano sacerdote, di cui ricorre il XXV di beatificazione (29 aprile 1990)
Nato nel 1856 a Lu Monferrato nell'Alessandrino, Filippo Rinaldi conobbe don Bosco fin da ragazzo nel collegio di Mirabello. Divenuto prete nel 1882 e maestro dei novizi, fu inviato in Spagna dove divenne Ispettore e contribuì allo sviluppo dei Salesiani. Da vicario generale della congregazione diede impulso ai cooperatori, alla pastorale vocazionale, istituì le federazioni mondiali degli ex allievi e allieve, fu attento al mondo del lavoro. Sostenne le Figlie di Maria Ausiliatrice e intuì il ruolo delle «Zelatrici», future «Volontarie di don Bosco». Nel 1921 fu eletto terzo successore di don Bosco. Morì il 5 dicembre 1931 a Torino. Ebbe la gioia di vedere la beatificazione di don Bosco il 2 giugno 1929.

PREGHIERA

Dio, Padre infinitamente buono,
tu hai chiamato il beato Filippo Rinaldi,
Terzo Successore di San Giovanni Bosco,
a ereditarne spirito e opere
e a dare inizio a varie realtà carismatiche
nella Famiglia Salesiana:
ottienici di imitarne la bontà,
l'intraprendenza apostolica,
l'operosità instancabile santificata dall'unione con Dio.
Concedi a noi le grazie che affidiamo alla sua intercessione.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Ringraziano

Lunedì 19 gennaio 2015, il mio prozio novantaduenne è stato colpito da ictus. Portato dall'ambulanza all'ospedale di Chivasso (TO), gli esami non diedero grandi speranze di sopravvivenza oltre le 48 ore, vista anche la situazione di salute pregressa. Nel pomeriggio di giovedì 22 gennaio, quando invece ormai aveva superato anche le 72 ore, i medici hanno fatto presente al nipote, mio padre, che lo zio era stato evidentemente miracolato ed aveva sicuramente qualche santo in Cielo che lo aveva salvato. Il 22 gennaio era il giorno della festa della beata Laura Vicuña. Proprio di Laura avevo parlato alla mia classe di catechismo il giorno prima dell'ictus, domenica 18 gennaio, distribuendo i suoi santini. Proprio Laura ho invocato dal giorno seguente avendo saputo del male che aveva colpito il mio prozio. Il suo aiuto quindi non ha tardato a manifestarsi: non solo il paziente non è morto, ma ha avuto anche un notevole recupero in pochi giorni. Non è nuovo il legame con la figura di Laura. Mia mamma da giovane ricevette un suo santino dalle Figlie di Maria Ausiliatrice, che ha trasmesso a me. Non ho mai perso occasione di farla conoscere con diverse iniziative. L'aiuto dei santi salesiani in famiglia non è nuovo. Già anni fa invocai ripetutamente e con "successo" l'aiuto di Mamma Margherita per mia nonna, sorella del mio prozio, in gravi difficoltà cardiache.
Fabio Arduino - Torino

Vorrei esprimere il mio ringraziamento a un piccolo grande santo: san Domenico Savio. È grazie a lui e alla sua intercessione che oggi ho un bambino bellissimo che ho chiamato Domenico. Io non conoscevo questo santo ma oggi fa parte della nostra vita. Prima di Domenico ho avuto due aborti al quarto mese di gravidanza. Ne sono uscita a pezzi. Una mia amica dopo qualche giorno mi parla di questo santo, ma sinceramente presa dallo sconforto me ne dimentico e soprattutto non ne parlo con nessuno. Dopo qualche tempo mia madre mi racconta di un sogno che ha fatto: nel sogno io tengo per mano un bimbo che le dice di chiamarsi Benedetto Domenico. Potete immaginare il mio stupore; non ne avevo parlato con nessuno, anzi non avevo idea chi fosse questo santo.
Subito ho fatto una ricerca su internet e ho chiamato la mia amica. Dopo ho richiesto l'abitino e ho cominciato a pregare. Qualche mese dopo aspettavo il mio bambino che è nato il 5 aprile del 2010. Per tutta la gravidanza ho pregato con l'abitino appeso al collo. Non l'ho tolto mai. Quando è nato Domenico l'ho messo nella sua culla. Ora lo tiene sotto il cuscino. Sa chi è san Domenico e lo preghiamo perché lo protegga sempre.
Anna Buonaventura

Dopo tanta attesa e tribolazione è arrivata la nostra gioia, il piccolo Pietro Damiano. Ringraziamo infinitamente l'intercessione di san Domenico Savio e la santissima Vergine Maria, nostra Madre consolatrice. Ci hanno accompagnati, sostenuti e consolati in questi mesi. La preghiera è stata fonte di guarigione, liberazione, pace, serenità, conforto e sostegno.
Paolo e Marisa - Santa Lucia del Mela (ME)

Stefania e Matteo ringraziano san Domenico Savio per la nascita di Filippo Matteo.

Nonna Silvana Martinengo ringrazia san Domenico Savio per la nascita dei due nipotini Marco e Nicole, dopo una gravidanza difficile.

CRONACA DELLA POSTULAZIONE

Il 19 febbraio 2015, nel corso del Congresso peculiare dei Consultori teologi è stato dato parere positivo in merito alla fama di santità e all'esercizio delle virtù eroiche del Servo di Dio monsignor Octavio Ortiz Arrieta, nato a Lima nel 1878 e morto nel 1958, vescovo salesiano di Chachapoyas (Perù).

È in corso la sistemazione critica dell'epistolario del servo di Dio don Carlo Braga, missionario in Cina e nelle Filippine. Sono già state schedate circa 1000 lettere. Chi avesse lettere o documenti relativi al Servo di Dio li segnali alla Postulazione (postulazione@sdb.org).