I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

DON BOSCO IN AFRICA

HUBERT TWAGIRAYEZU

Il CALM di Namugongo

La comunità di assistenza per bambini e ragazzi "Don Bosco Children and Life Mission (CALM)" di Namugongo (Uganda) lotta ogni giorno per garantire un futuro sereno e costruttivo ai bambini poveri in Uganda.

La comunità "Children for Life in Mission" di don Bosco Namugongo si trova a Kampala, nella periferia della capitale dell'Uganda, vicino a Namugongo Martyrs place, dove si ricorda il martirio di Carlo Lwanga e dei suoi amici. In Uganda nel 1884 fu compiuto un terribile massacro per ordine del re Kabaka, che torturò orribilmente 22 giovani convertiti da poco al cristianesimo fino a determinarne la morte. Questo evento storico e religioso ha fatto di Namugongo un luogo sacro, meta di pellegrinaggi. Quest'anno celebreremo il cinquantesimo anniversario della loro canonizzazione.
"CALM" è l'acronimo di "Children and Life for Mission", che significa "Bambini e vita per la missione". Questa realtà è stata affidata nel 2002 ai salesiani di don Bosco dai missionari comboniani. I salesiani sono dunque diventati responsabili di questa comunità. All'epoca i bambini presenti nella comunità erano molto pochi. La nostra comunità è composta da cinque salesiani, tre sacerdoti e due confratelli laici.
Molti bambini che vivono nella comunità sono vittime della povertà e di malattie endemiche come l'HIV/AIDS, che colpisce i bambini poveri e privi di difese. Questi bambini vengono condotti da noi soprattutto dalle strade della città di Kampala. Sono molto giovani. La loro età è compresa tra 6 e 20 anni. Molti di loro sono allievi della scuola primaria (70%), gli altri frequentano la scuola secondaria (10%) e infine il 20% è composto da ragazzi che studiano presso l'istituto tecnico per acquisire le competenze che in seguito li aiuteranno a sopravvivere.
Complessivamente, 150 ragazzi vivono presso la comunità "Don Bosco CALM".
La nostra missione è accogliere i bambini di strada e quelli che vivono altre forme di difficoltà per aiutarli a integrarsi nella società offrendo loro istruzione, una risposta alle necessità di base e attività socio-culturali che li aiutino a costruire un futuro sereno.
Risultati ottenuti
La comunità "CALM" è riuscita a mandare tutti i ragazzi a scuola. Tutti i giovani si recano ogni giorno a scuola, dalle elementari alle medie superiori.
Tramite il metodo preventivo di don Bosco per l'educazione dei giovani, i salesiani hanno fatto e continuano a fare molto per prendersi cura di questi bambini e per volere loro bene. Ogni bambino che vive presso la comunità "CALM" è un riflesso della semplicità e dell'umiltà dei bambini di cui Gesù parla nei Vangeli.
Il clima di preghiera all'interno della nostra Comunità "CALM" non è un sogno. I ragazzi pregano con il cuore. Si rivolgono a Dio come se parlassero al padre o alla madre che alcuni di loro non hanno avuto la possibilità di avere. Dio è veramente con questi piccoli e non può mai chiudere le orecchie per non ascoltare le loro richieste. Alcune preghiere che i nostri bambini esprimono si riferiscono a necessità primarie. Un esempio: "Katonda Waffe oyambe padri ba baduhe emere manji this week" (Caro Signore nostro Dio, aiuta i nostri padri salesiani a cucinare per noi cibo a sufficienza questa settimana).
Inoltre, i nostri ragazzi sanno animare bene la liturgia. I salesiani e gli operatori che li affiancano hanno insegnato loro a cantare. Partecipano attivamente alle celebrazioni liturgiche.
Necessità e progetti
Abbiamo molti sogni, vorremmo realizzare tante cose per i nostri ragazzi, ma ci troviamo costantemente in difficoltà.
Avremmo bisogno per esempio di aiutare i bambini ospiti di "Don Bosco CALM" a inserirsi nelle loro famiglie dopo gli studi e realizzare una scuola primaria per permettere ai bambini di rimanere all'interno della nostra struttura. Abbiamo già avviato l'opera, ma non abbiamo il denaro necessario per terminarla. Abbiamo provveduto solo al 20% della costruzione.
L'HIV/AIDS minaccia i nostri ragazzi. Per fortuna nella nostra Comunità nessuno è ancora morto a causa di HIV/AIDS o di altre patologie. Preghiamo perché Dio continui a proteggere i nostri figli.
Ci sono poi le tasse scolastiche: ogni mese dobbiamo pagare 30.000 dollari per gli studi dei nostri ragazzi. Garantire ogni giorno il vitto ai ragazzi è un altro grande impegno che dobbiamo affrontare. Spesso chiediamo in prestito denaro ad altre istituzioni e non siamo in grado di rimborsare puntualmente i prestiti.
Ci mancano dei mezzi di trasporto per i ragazzi che devono recarsi a scuola. Dobbiamo pagare forti somme per il servizio di trasporto. Preghiamo perché alcune persone di buona volontà ci offrano i mezzi finanziari per acquistare un grande autobus, in modo da facilitare il trasporto.
Scarpe: molti ragazzi non hanno scarpe. Altri hanno scarpe vecchie, malridotte e maleodoranti.
Carta igienica: i nostri ragazzi usano cartoni e giornali. Ce ne vergogniamo. Abbiamo bisogno di modificare questa situazione. Abbiamo qualche difficoltà anche per gli abiti. Abbiamo i bambini, ma ci mancano vestiti da far loro indossare.
Siamo senza ambienti per il gioco: abbiamo solo due piccoli spazi per i giochi, le cui condizioni al momento non sono buone.
Ci spiace confidare in quali condizioni vivono i nostri bambini. Credo che ci siano persone di buon cuore, che possono trasformare il pianto di almeno uno di questi bambini in un viso sereno e sorridente, pieno di fiducia nel futuro.

Email: twahubert@yahoo.fr
I nostri riferimenti: SALESIAN OF DON BOSCO
P.O. BOX 205 / Sito Internet: www.calm.sdbagl.org