I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IL CRUCIVERBA

ROBERTO DESIDERATI

SCOPRENDO DON BOSCO

ORIZZONTALI 2. Riferibile al secolo XVIII - 13. Il Ricci ideatore di Striscia la notizia (iniz.) - 15. Viene dopo il bis - 16. A questo punto... - 17. Un avverbio che nega - 18. Sono contrari agli interventisti - 22. Insieme a - 23. XXX - 26. Li rispettano i treni - 27. Nell'auto e nel kart - 28. Una gemma di colore rosso - 29. Si citano con i “quali” - 30. Lode, encomio - 32. Un fallo del tennista - 33. Un po' di riguardo - 34. Istituto Nazionale Trasporti (sigla) - 35. La regina tra i fiori - 37. Appassionare, esaltare - 43. Il percorso compiuto da una pratica - 45. La trama di un romanzo o di un film - 46. Una rivista che esce due volte l'anno.


VERTICALI 1. XXX - 3. Misure terriere - 4. Si prendono al lotto - 5. Così è detto il panico dell'attore esordiente - 6. Il Redentore - 7. Ben conosciuti - 8. Ciclo di tre giorni di preghiere - 9. La Morante scrittrice (iniz.) - 10. Lo stadio chiamato Meazza dal 1980 - 11. A noi - 12. Una celebre statua di Rodin - 14. Ritornello... francese - 17. Fu padre di Cam, Sem e Iafet - 19. Un grande fiume russo - 20. Fedeltà, sincerità - 21. Cambiano il casco in sacco - 22. Fotocopiata... geneticamente! - 24. Le iniziali della Bergman - 25. Ancona - 26. Un contenitore in pelle per liquidi - 30. L'ente che promuove il turismo (sigla) - 31. Alla fine è... over! - 34. Prefisso di uguaglianza - 35. La “cosa” dei latini - 36. Titolo che spetta al baronetto - 38. Doppie nei rattoppi - 39. Formula senza forma - 40. Spietate milizie naziste - 41. Aeronautica Militare (sigla) - 42. Monarca - 44. In fondo al tunnel.


SOLUZIONE DEL NUMERO PRECEDENTE

UN GRANDE ISPIRATORE

È considerato il padre della spiritualità moderna, eccezionale ed infaticabile predicatore cattolico ha influenzato le maggiori figure non solo del grand siècle francese, ma anche di tutto il Seicento europeo, riuscendo a convertire al cattolicesimo addirittura alcuni esponenti del calvinismo. Nato in Francia a Thorens-Glières nel 1567, XXX ricevette una raffinata educazione, studiò all'Università di Padova e prese la decisione di diventare sacerdote. Ordinato, fu inviato nella regione del Chiablese dominata dalle idee della riforma calvinista e lì adottò i metodi del dialogo e dei suoi proverbiali “manifesti”, fogli volanti pubblicati e diffusi da lui stesso in conseguenza degli scarsi risultati ottenuti dal pulpito, per salvaguardare i principi cristiani. I suoi insegnamenti erano famosi per la dolcezza, la carità e la comprensione di cui erano pervasi e grazie a questo fece breccia nell'animo di tanti fedeli. Gli sforzi enormi e i successi ottenuti furono premiati e gli valsero la nomina a vescovo dopo soli nove anni di sacerdozio. Nonostante ciò la sua diocesi rimase calvinista e lui dovette trasferirsi ad Annecy. Fondò l'Ordine della Visitazione e, a Thonon, la sezione locale della Congregazione dell'Oratorio (dall'opera di san Filippo Neri) convinto che la “santità” dovesse essere l'impegno di tutti i cristiani e non solo di quelli consacrati. Fu proclamato santo nel 1665 da papa Alessandro VII (in seguito ad alcuni miracoli eclatanti) e per le sue illuminate dottrine è uno dei Dottori della Chiesa. Viene considerato il “san Carlo piemontese” perché il suo culto si sviluppò quanto quello di san Carlo Borromeo (lombardo). È il Santo patrono del Piemonte ed anche il patrono degli scrittori e dei giornalisti. A lui si sono ispirate numerose congregazioni, ma soprattutto quelle della grande famiglia Salesiana di don Bosco.