I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

L'INVITATO

O. PORI MECOI

Traduzione di Marisa Patarino

Don Timothy Ploch

Consigliere per la Regione Interamerica

La Regione Interamerica comprende 13 Ispettorie, che si estendono dal Canada alla Bolivia.
«Uno dei nostri progetti più ambiziosi consiste nell'accogliere il fenomeno dei numerosi emigranti che si dirigono verso nord, negli Stati Uniti, affrontando grandi pericoli».

Può autopresentarsi?
Sono don Timothy Ploch, Salesiano di don Bosco, Consigliere per la Regione Interamerica. Sono originario di Paterson, nel New Jersey, negli Stati Uniti. Ero stato Consigliere Ispettoriale dell'Ispettoria di New Rochelle (SUE - Stati Uniti Est) negli anni 1991-1997 e dell'Ispettoria di San Francisco (SUO - Stati Uniti Ovest) negli anni 2009-2014, finché sono stato eletto membro del Consiglio Generale nel 27° Capitolo Generale.
Com'è nata la sua vocazione salesiana?
Mia madre, che era rimasta orfana all'età di 5 anni, fu allevata dalle Figlie di Maria Ausiliatrice di Haledon, nel New Jersey. Nella mia famiglia regnava dunque una forte atmosfera salesiana. In qualche modo il desiderio di diventare sacerdote mi ha sempre accompagnato, fin da quando ero giovanissimo. Volevo però essere un sacerdote diocesano, come i preti della mia parrocchia. Non avevo mai incontrato un sacerdote salesiano fino all'età di 14 anni, quando partecipai a un fine settimana di ritiro presso un Seminario Salesiano. Cominciai poi a frequentare il liceo presso il Seminario Salesiano di Goshen, New York, e da allora ho sempre avuto la certezza che Dio stesse preparando la mia strada di sacerdote nella Congregazione Salesiana.
Lei è Consigliere Regionale per l'Interamerica. La sua è una Regione vastissima. Come riesce a tenere i contatti con tutte le Ispettorie?
La Regione Interamerica comprende 13 Ispettorie, che si estendono dal Canada alla Bolivia. Per otto mesi l'anno viaggio nelle varie zone della Regione e sono sempre presente in una delle Ispettorie. Come Consigliere Generale, trascorro a Roma solo 4 mesi l'anno. È inoltre possibile mantenere frequenti contatti tramite e-mail, condivisione di foto, Facebook ecc. Gli Ispettori responsabili delle varie Ispettorie della Regione si incontrano poi una volta l'anno per un'intera settimana.
Quali sono i problemi comuni della Regione? Quali sono le Ispettorie che sentono maggiormente le crisi del nostro tempo?
Le vocazioni costituiscono uno tra i problemi più comuni di questa Regione. Viviamo la difficoltà della diminuzione del numero di giovani che rispondono alla chiamata del Signore a seguirlo sulle orme di don Bosco. C'è anche il problema del sostegno e dell'accompagnamento delle vocazioni, perché in questa Regione si riscontra una limitata perseveranza.
Quali sono le sfide più urgenti?
Come in tutta la Congregazione Salesiana, anche nella Regione Interamerica siamo interessati dalla sfida di essere e vivere come Salesiani, per i quali Dio è veramente al primo posto, di testimoniare la comunione d'amore tra noi e con tutti, di essere e vivere, per riprendere le parole della Strenna di quest'anno, come don Bosco, con i giovani, per i giovani.
Quali sono i progetti più ambiziosi delle Ispettorie della Regione?
Uno dei nostri progetti più ambiziosi consiste nell'accogliere il fenomeno dei numerosi emigranti che si dirigono verso nord, negli Stati Uniti, affrontando grandi pericoli. Tra loro vi sono minorenni non accompagnati. Questa è una responsabilità di tutta la nostra Regione, non solo dell'America Centrale, del Messico e degli Stati Uniti. Il nostro sogno è che quando questi immigrati arrivano negli Stati Uniti trovino Salesiani originari dei loro Paesi che si prendano cura di loro come pastori ed educatori nello stile di don Bosco.
Quali sono gli incontri o le situazioni che l'hanno meravigliata di più?
Rimango sorpreso dal numero di bambini che sono così minacciati dalla violenza nei loro Paesi da essere disposti a correre il rischio di compiere il pericoloso viaggio che li porta ad attraversare il confine con gli Stati Uniti.
Che cosa vorrebbe dire alla Famiglia Salesiana?
La Famiglia Salesiana è forte nella Regione Interamerica. Uniamo le forze tutti noi Salesiani, sacerdoti e laici, per proporre ai giovani della nostra Regione, in particolare ai più poveri, la speranza offerta da don Bosco: solo in Gesù e nel suo Vangelo troveranno un significato per la loro vita.