I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

BOX

 

BEATO FRANCESCO SPOTO MARTIRE

Dal 21 aprile un altro beato arricchisce la numerosissima schiera di coloro che sono caduti martiri della fede. Apparteneva alla congregazione dei “Missionari Servi dei Poveri” fondata dal palermitano Giacomo Cusmano, contemporaneo di Don Bosco – e morto nello stesso anno 1888 –. Si tratta del beato Francesco Spoto, siciliano di Raffadali. È caduto sotto i colpi dei “Simba”, i “leoni” comunisti, che imperversavano in Congo negli anni Sessanta del secolo scorso. Fu pestato a morte da due giovani guerriglieri e abbandonato nella capanna dove l’avevano sorpreso. Non era un missionario qualunque don Francesco, era il superiore generale della sua congregazione, eletto ad appena 35 anni, nel 1959, che si era recato in visita canonica alla missione in Congo. I ribelli “Simba” imperversavano nella regione, spargendo ovunque terrore e morte. Furono molti i religiosi e le religiose, uccisi senza pietà. L’anno peggiore fu certamente il 1964 quando rimasero vittime dei ribelli circa 200 tra sacerdoti, religiosi e suore, oltre a migliaia di congolesi. Padre Spoto percorreva in quel periodo il territorio della Missione per rendersi conto delle necessità della gente e dei suoi missionari, quando in una capanna della foresta presso il fiume Kibali venne intercettato e seviziato.  La sua agonia fu straziante, durò 15 giorni. La Chiesa è da sempre un serbatoio di martiri. Grazie al loro sacrificio essa continua la sua marcia verso “cieli nuove e terre nuovi”.    

 

OMNIA IN CARITATE

IL SERVO DI DIO DON FELICE CANELLI

di suor Francesca Caggiano

“Il mondo ha bisogno di santi che abbiano genio, come una città dove infierisce la peste ha bisogno di medici. Dove c’è necessità c’è obbligo!”, scrive l’autrice che è anche la postulatrice della causa di questo uomo di Dio, vero genio della carità, “vivo, dinamico, dal carattere impetuoso, vulcanico, creativo…”. Un uomo che ha preso a modello Don Bosco e s’è guadagnato l’ammirazione e l’affetto dei parrocchiani. È un libricino da leggere. Il BS a suo tempo dedicherà a don Canelli un articolo.

 

 

BREVISSIME DAL MONDO

 

ROMA, ITALIA

“Donna Coraggio” ed “Eroe per la fine della schiavitù moderna”. I due premi del Dipartimento di Stato USA sono stati assegnati a suor Eugenia che è alla guida dell’UISG (Unione Italiana Superiore Generali) ma che lavora anche sulla strada per togliere dalla prostituzione le giovani sfruttate da trafficanti senza scrupoli. Alle ragazze dà alloggio e possibilità di riabilitazione. “Le nostre suore lasciano la sicurezza dei conventi di notte per raggiungere queste ragazze!”, ha dichiarato.

 

AIX-EN-PROVENCE

Venerdì 30 marzo, davanti alle telecamere suor Marie-Simone-Pierre, 46 anni, ha dichiarato di essere guarita dal Parkinson grazie all’intercessione di papa Wojtiła. Era stata costretta a lasciare il suo lavoro di infermiera data la gravità del suo male. Le sue sorelle hanno chiesto l’intercessione del grande Papa, che soffriva dello stesso morbo. Da allora suor Marie è guarita e ha ripreso il suo posto in ospedale.

 

CITTÀ DEL VATICANO

In tempi di globalizzazione tutto viene a contatto con tutti. Anche le religioni. Perciò, non si può non dialogare. Ma dialogo e tolleranza non significano livellamento in un sincretismo che impoverisce, ha sottolineato lo stesso Benedetto XVI.

 

LI KÖNIGSTEIN

Due anziane sorelle cattoliche (85 e 79 anni) sono state ammazzate a Kirkuk nel nord Iraq, a scopo di rapina. Pare che le due donne conoscessero i loro aggressori. Le comunità cristiane in Iraq vivono in situazione di precarietà e non pochi meditano di lasciare definitivamente il martoriato Paese.

 

MILANO

Presso le suore Orsoline di Via Lanzone 53, è organizzato un corso di “Educazione pre e post natale con la musica” per otto week-end a cominciare da questo mese di giugno. È accreditato dal Ministero della Salute e rivolto a tutti gli operatori di settore. E-mail: azorrillo@yahoo.it, cell. 333/42.62.845.

 

ROMA, ITALIA

È noto che in Cina l’informatica sta vivendo una stagione straordinaria. Da oggi i cristiani cinesi, sacerdoti e religiosi – ma anche i fedeli laici – hanno a disposizione un sito in cui viene presentata l’intera Liturgia delle Ore, il Messale quotidiano e la breve storia del santo del giorno in lingua cinese. Si tratta del nuovo sito www.MHChina.netpreparato dal salesiano don Paul Leung, presidente di Peace Communication Network, PCN (www.pcn.net).

 

CITTÀ DEL VATICANO

Il cardinale salesiano Tarcisio Bertone, Segretario di Stato di Sua Santità, il 4 aprile 2007 è stato nominato Camerlengo di Santa Romana Chiesa. Il Camerlengo presiede la Camera Apostolica e svolge l’ufficio di curare e amministrare i beni e i diritti temporali della Santa Sede nel tempo in cui questa è vacante, dopo la morte del Papa.