I numeri del Bollettino Salesiano dal 1877

IN ITALIA & NEL MONDO

Redazionale

 

NUNZIATA, CATANIA

Nunziata ha festeggiato i 125 anni di presenza FMA. Le suore sono presenti dal 1882, chieste dall’allora parroco don Angelo Patanè. Culmine delle celebrazioni è stata la veglia di preghiera del 30 gennaio che ha visto radunarsi centinaia di giovani provenienti dalle diverse comunità parrocchiali della diocesi di Acireale. Momenti particolarmente intensi sono stati la testimonianza di suor Emanuela Robazza e il video messaggio del vescovo di Acireale, monsignor Pio Vittorio Vigo, in viaggio pastorale in Brasile. L’eucaristia del 31 è stata presieduta dal salesiano monsignor Calogero La Piana, neo Arcivescovo di Messina. In occasione dei festeggiamenti, i ragazzi delle scuole presenti in paese hanno partecipato al concorso “Sorrisi & Castagne”, giunto alla 20ª edizione.

 

I RAGAZZI NELLA “RETE”

di Valerio Bocci, Elledici 2007, pp. 36

“Mondo Nuovo” fa 250: la storica collana dei tascabili Elledici dedica il suo 250° titolo fresco di stampa e di attualità a “I ragazzi nella ‘rete’”. Il volumetto, curato da Valerio Bocci, direttore di Mondo R, presenta in cinque agili capitoletti, corredati da un prezioso glossario, chi sono e come comunicano gli adolescenti e i preadolescenti di oggi, tutti alle prese con TV, videogiochi, Internet, e-mail, telefonini, chat, SMS e MMS. E a partire da questa lettura, l’autore cerca i possibili punti di contatto e di dialogo con il mondo degli adulti, gli “sponsor ufficiali” della loro fatica di crescere.

 

EMIGRAZIONE E PRESENZA ITALIANA IN CUBA

di Domenico Capolongo

Quanti sono stati i salesiani italiani missionari nel mondo? Molte migliaia e tuttora sono circa mille. Il fenomeno meriterebbe uno studio. Per Cuba lo studio è stato fatto dal cooperatore salesiano Germáno Bello González che nel saggio Presencia italiana en Cuba en la Obra salesiana, pubblicato nel volume in collaborazione Emigrazione e presenza italiana in Cuba (Collana di Studi Storici, Roccarainola 2005) in un capitolo di circa 50 pagine, ha dato spazio e visibilità all’ottantina di salesiani e alla quarantina di Figlie di Maria Ausiliatrice italiani, i quali, assieme a missionari di altri Paesi, hanno lavorato nell’isola a servizio dei giovani più bisognosi e della popolazione locale, negli oltre 90 anni della loro presenza. Anni non tutti facili, come ben si sa. Ovviamente nel saggio non manca un cenno anche alle decine di fondazioni, di cui purtroppo molte sono state soppresse (Motto)

 

PEROSA E I SALESIANI

1881-1973 STORIA DI UN ISTITUTO STORIA DI UN PAESE.

di Renzo Furlan

Il prof. Furlan espone il frutto di un’appassionata ricerca sulla traccia indicata già dal titolo, la storia di un paese, Perosa Argentina, nella quale si inserisce la vita dell’istituto salesiano, a partire dai primi contatti epistolari con Don Bosco nel 1881 fino al settembre 1973, anno della chiusura. Periodo di vitalità, lotte e traguardi raggiunti. Sarà don Michele Rua ad accogliere la richiesta del Parroco don Giuseppe Paolasso. Il 12 aprile del 1897 si posa la prima pietra e il 27 novembre dell’anno successivo si inaugura. La popolazione di Perosa che vi partecipa è tanta che il pavimento della cappella scricchiola e minaccia di cedere sotto il peso. Si tratta di un lavoro svolto con impegno, competenza e delicatezza soprattutto nei punti scabrosi, usando con saggezza le tante fonti di archivio. Grazie per la dedica finale: “Il presente lavoro vuol essere il doveroso tributo di riconoscenza di un exallievo ai salesiani che gli sono stati straordinari maestri di vita”.

 

VIENNA, AUSTRIA

DON BOSCO YOUTH  NET

La Don Bosco Youth Net è la rete che unisce le organizzazioni giovanili di 11 Paesi europei (Italia, Austria, Slovenia, Slovacchia, Malta, Spagna, Germania, Polonia, Regno Unito, Olanda) per scambi di esperienze, attività di formazione e volontariato. S’incontrano due volte l’anno e ogni organizzazione ha modo di presentare i progetti che intende realizzare. Presenti salesiani, collaboratori laici e volontari degli 11 Paesi aderenti. L’Italia, socio fondatore della rete, ha partecipato tramite la Federazione SCS/CNOS. www.federazionescs.org.

 

CITTÀ DEL VATICANO

GLI UNIVERSITARI E IL PAPA

La V Giornata Europea degli Universitari (10 marzo 2007) ha radunato migliaia di studenti degli atenei romani nell’aula Nervi del Vaticano dove con papa Benedetto hanno recitato il rosario, collegandosi anche con i colleghi di una decina di altre Nazioni. Davvero suggestivo il tema che il Papa stesso ha commentato: “La carità intellettuale: via per una nuova cooperazione Europa-Asia”. Questo tipo di caritas elimina le distanze e lega le persone sul piano della ricerca e della testimonianza.

 

ROMA, SS. AMBROGIO E CARLO

“FATTI A MANO”

Esposizione di mobilI peruviani realizzata dai giovani “campesini” delle Ande che, grazie alla scuola fondata da don Ugo De Censi, sono diventati artisti di grande talento. Il prete  dei piccoli artigiani di Torino rivive tra i piccoli artigiani andini. All’inaugurazione della straordinaria esposizione presso la basilica dei SS. Ambrogio e Carlo al Corso ha partecipato lo stesso fondatore dell’operazione Mato Grosso, don Ugo, che poi ha ribadito, dai microfoni di Radio Vaticana che “tutti i soldi guadagnati dalla vendita dei mobili ritornano ai ragazzi, perché tutto deve tornare ai poveri”. L’esposizione è stata sostenuta dallo stesso Segretario di Stato, cardinal Bertone, che ha rivelato che anche alcune nunziature dell’America Latina hanno, come arredamento, i mobili dei ragazzi delle Ande. Le foto testimoniano la bellezza di questi manufatti.